Saldi iniziati a Napoli, ma i negozi sono vuoti

I saldi invernali sono iniziati ma i negozi sono vuoti. Così a Napoli dove l’apertura del periodo di vendite promozionali, ufficialmente al via da oggi in Campania, è passato praticamente inosservato. Da via della Chiaia alle boutique e ai negozi delle grandi firme del made in Italy e internazionali di via Dei Mille e via Calabritto non si è vista gente in fila, piuttosto commessi con le braccia conserte, fuori dai punti vendita, o in attesa alle casse.

C’è crisi e si avverte dicono i commercianti, con le associazioni dei consumatori che a livello nazionale avevano chiesto al governo che i saldi fossero anticipati al periodo natalizio. Ora non bastano le scritte scaramantiche contro la crisi sulle vetrine e si aspetta il weekend della Befana, senza troppe illusioni. Gli esercenti ormai sanno che i clienti disposti a spendere lo faranno solo per quello che davvero serve loro (scarpe e giubbotti in primo luogo) e dopo aver scelto con oculatezza.

Di certo nel primo giorno non c’è stata nessuna corsa all’acquisto, per ora la gente osserva, guarda le vetrine, entra nei negozi, ma non compra. Secondo una previsione di Confcommercio le famiglie italiane spenderanno in media 359 euro durante i saldi invernali 2013, 5,6 miliardi in tutto per l'acquisto di capi d'abbigliamento e accessori. Meno ottimista il Codacons: per l’associazione dei consumatori la spesa media sarà 224 euro a nucleo familiare, -15% rispetto all’anno scorso.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail