Covid-19, accordo tra Triboo e il commissario Arcuri per la fornitura di 174mila mascherine Made in Italy

Le mascherine sono marchiate CE e regolarmente registrate presso il Ministero della Salute.

Accordo Triboo Domenico Arcuri 174 milioni di mascherine

È stato raggiunto un importantissimo accordo tra Triboo, Gruppo attivo nel settore digitale e quotato sul mercato MTA, e Domenico Arcuri, il Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19. In base all'intesa raggiunta, Triboo fornirà 174 milioni di mascherine chirurgiche monouso prodotte in Italia e marchiate CE, regolarmente registrate presso il Ministero della Salute al numero 1936734 come: “Dispositivi Medici monouso di I classe”.

Giulio Corno, fondatore di Triboo, esprime la sua soddisfazione per questo traguardo: "Siamo orgogliosi di aiutare e sostenere il Commissario straordinario Domenico Arcuri in un momento di forte criticità”. Corno spiega:

"L’accordo con Marobe S.r.l ha permesso la creazione di una filiera italiana di produzione dove, ai 300 attuali addetti, se ne vanno ad aggiungere altri 250. La produzione italiana consente di monitorare la qualità del prodotto in tutte le fasi di lavorazione ottenendo le necessarie certificazioni per ogni singolo lotto di produzione"

Infatti le mascherine saranno prodotte grazie all'associazione temporanea di imprese costituita tra Triboo Digitale S.r.l., che è sottoposta a direzione e coordinamento di Triboo S.p.A., e Marobe S.r.l. che è una storica azienda tessile milanese.

Le mascherine saranno prodotte negli stabilimenti di Vanzaghello, diretti da Christian Cagnola. La riconversione della filiera tessile è avvenuta all'inizio dell'emergenza sanitaria e adesso garantirà l'occupazione di 550 addetti.

La fornitura di mascherine sarà settimanale in base a un cronoprogramma che è già stato concordato da Triboo con il Commissario straordinario Domenico Arcuri. L'importo complessivo dell'operazione è di 81 milioni e 189mila euro.

  • shares
  • Mail