Saldi flop per il Codacons, ma a Roma partenza positiva

Il Codacons conferma la sua previsione: nel primo giorno di saldi gli acquisti sono calati del 10% rispetto all’anno scorso. Le rilevazioni dell’associazione dei consumatori sono state effettuate lungo le strade dello shopping e nei centri commerciali.

Quest’anno complice la crisi e il minor potere d’acquisto la maggior parte degli intervistati ha detto di non aver nessuna fretta di fare compere, ma che anzi rinuncerà a uno o più acquisti risparmiando per le spese familiari future. Anche se alla vigilia della Befana c’è stata una buona affluenza di cittadini per le strade e nei centri commerciali:


La tendenza dei consumatori è quella di girare per negozi e confrontare prezzi e offerte, alla ricerca di un buon affare ma regna in tutta Italia massima cautela negli acquisti.



Sempre secondo il Codacons:

le griffe e le boutique d'alta moda hanno potuto contare sulla presenza dei turisti, gli unici che nel nostro Paese sembrano disposti a spendere senza troppe preoccupazioni. Per il futuro le riduzioni delle vendite durante i saldi si attesteranno su un -15%, e la spesa dei consumatori non supererà una media di 224 euro a nucleo familiare.


Non vede così nero Confcommercio Roma. Secondo il presidente Giuseppe Roscioli, nella Capitale la partenza ufficiale dei saldi:

è stata senza dubbio positiva. Registriamo, soprattutto in centro, un +5% di vendite rispetto allo scorso anno. Nelle altre vie dello shopping gli acquisti hanno mantenuto gli stessi livelli della passata stagione e anche questo è un buon segnale. È certamente presto per dare un giudizio ma l'inizio è davvero incoraggiante.

Le foto che vedete le abbiamo scattate ieri pomeriggio in centro, in una super affollata via Condotti. Tante le persone che aspettavano in fila davanti ai negozi delle grandi griffe così come davanti agli outlet.

  • shares
  • Mail