In vacanza tranquilli

Con le vacanze, si sa, l’esodo verso i luoghi di villeggiatura è scontato, la gente parte con l’obiettivo di rilassarsi e lasciarsi tutto alle spalle. Ma c’è sempre qualcosa che preoccupa chi è in vacanza, c’è sempre un pensiero costante (e lecito) che lascia i vacanzieri un pò dubbiosi e speranzosi nello stesso tempo: la casa. Eh sì, perchè quando si parte per le ferie si chiude con il lavoro ma si chiude anche la porta del proprio appartamento che per un pò non verrà riaperta generando così, in chi è fuori città, la paura e l’angoscia di ritrovarsi brutte sorprese al rientro.
Ecco allora cosa fare, quali accorgimenti adottare per evitare visite inaspettate e non solo. Di seguito ci sono anche i dispositivi tecnologici più all’avanguardia in grado di dare ottima assistenza anche a distanza.
Per prima cosa quando si lascia la propria abitazione:

·assicuratevi di aver chiuso correttamente le inferiate e la porta di casa. Sembrerà banale, ma c’è chi la dimentica aperta e non si accorge di aver lasciato su la persiana del bagno!
·optate per una porta blindata
·installatevi un sistema moderno di antifurto (vedi elenco di seguito)
·non lasciate troppi oggetti di valore in casa ma portateli in banca o se ne disponete, conservateli in una cassetta di sicurezza (chiaramente che sia collocata in un punto poco visibile dell’abitazione)
·non far accumulare la posta nella cassetta delle lettere, indica una prolungata assenza; chiedete ai vicini di ritirarla
·nella segreteria telefonica, nel messaggio registrato, non fate sapere il periodo che vi assentate
·(ricordatevi di chiudere il gas)!

Se vi sembra troppo poco, ecco allora quali sono i sistemi d’allarme più tecnologici che mettono in tutta sicurezza la vostra casa e non solo. Infatti, possono essere applicati anche al camper e alle barche:
Antifurti a sistema wireless : sono antifurti che si possono spostare, quindi sono mobili e riusabili in ambienti diversi. Sono sicurissimi perchè “crittati”.
Combivox: è un sistema d’allarme che vi informa direttamente sul cellulare ( Gms e Gprs). Potrete ricevere immagini provenienti dalle telecamere installate nelle vostre abitazioni. Per collegarsi basta fare il numero del combinatore e seguire le sue indicazioni. Invia informazioni ad un massimo di 4 telefonini.
Contatti magnetici per superficie di Vimo Elettronica: è un sistema di allarme che vi protegge dai furti soprattutto se viaggiate in tenda. Infatti, è usato per tener sotto controllo le tende, le inferiate, cancelli. Collocato sulla superficie che si vuole proteggere, è dotato di un sensore che rivela tutti i rumori e invia l’allarme.
Videocitofono del sistema demotico Chorus della Gewiss: è dotato di un pannello sottile e di un monitor Lcd. É così leggero che lo potete portare con voi per controllare anche l’esterno dell’abitazione.
Sensore-fotografo: si chiama Cam Gprs ed è di Securitalia è un piccolo sistema di antifurto in grado di rivelare, grazie ad una telecamera, movimenti sospetti e poi invia le informazioni via mail. Oltre a proteggere la casa, questo sistema antifurto è utile anche per tenere sotto controllo il camper, l’auto, la moto, la barca.
PN Biokey di Sinthesi: è un dispositivo che riconosce le impronte. Basta appoggiare un dito sul sistema per aprire la porta e se l’antifurto riconosce il polpastrello allora l’accesso è consentito, contrariamente no. Si può usare anche per il computer, casseforti, nelle cabine di guida delle barche e altro.

I sistemi di sicurezza senza fili, wireless appunto, oggi sono diffusissimi, ne esistono tanti e di tutti i tipi e inoltre il loro costo non è più eccessivo quindi accessibile non solo dai grandi utenti ma anche dai privati. Inoltre sono facilmente installabili, veloci e senza il disagio di rivoluzionare la casa. Sopra ho riportato solo alcuni dei dispositivi all’avanguardia segnalati da Il Sole 24 Ore ma il mercato ne offre tanti altri. L’importante è che partiate sicuri e che affidiate la vostra casa in “buone mani” prima di tornare e ritrovarvi brutte sorprese.
Insomma non vogliamo mica difendere la casa dai ladri come ha fatto il protagonista di “Mamma ho perso l’aereo” che dopo varie peripezie ce l’ha fatta ma ha rischiato di perdere le “ditina” di entrambe le mani. Per fortuna, però, che è solo un film!

  • shares
  • Mail