Sovraindebitamento e usura.

racket_usura.jpg
E' sicuramente uno dei problemi più gravi e dibattuti dell'ultimo anno: parliamo del sovraindebitamento di molte famiglie italiane, costrette tutti i mesi a fare i conti con mutui, rate di finanziamenti per acquisti più o meno necessari, saldi di carte di credito e così via.

Il credito al consumo é ormai capillarmente diffuso, anche se occorrerebbe maggiore cautela nell'accesso a finanziamenti e prestiti e, soprattutto, maggiore attenzione ai tassi effettivamente applicati.

Ma se, nonostante tutto, alla fine del mese ci si trova a non riuscire più a far fronte ai debiti contratti? Beh, le strade da percorrere non sono certo molte: si può ricorrere ad un ulteriore prestito ma, se non viene concesso, la situazione diventa a dir poco critica.

E' proprio in questi casi che, purtroppo, entrano in scena gli usurai che concedono prestiti a tassi stratosferici: nessuno é mai riuscito a saldare regolarmente i debiti contratti con questi personaggi.
Esiste per fortuna un'alternativa: il Fondo di Prevenzione Usura, gestito da Adiconsum.
Esso si rivolge alle famiglie in difficoltà economica, impossibilitate a far fronte alle spese necessarie per il sostentamento del nucleo familiare: affitto o rata del mutuo, vitto, bollette, spese sanitarie e così via.
I criteri per poter accedere al Fondo sono stati stabiliti dal Ministero del Tesoro:

-effettivo stato di bisogno del richiedente e serietà dei motivi dell'indebitamento.

-capacità di rimborso del fido concesso, in base al reddito del richiedente o al suo patrimonio.

L'importo complessivo erogabile dal Fondo non può comunque superare i limiti di garanzia fissati in € 25 800.
Se siete in difficoltà, potete scrivere direttamente all'associazione, prevenzioneusura@adiconsum.it, oppure telefonare al numero 06 44170238/7 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.

  • shares
  • Mail