Mutui: la rinegoziazione non è più assistita dal notaio!

Rinegoziazione mutui Rinegoziare o sostituire, questo è il dilemma! Stando alle difficili intese sul Bersani bis tra associazioni consumatori e Abi, facciamo il tifo per la rinegoziazione. Se trasferire un mutuo da un istituto di credito ad un altro senza spese aggiuntive è un traguardo, al momento, irrealizzabile, accontentiamoci dell’abolizione delle spese notarili previste per la procedura di rinegoziazione del mutuo con la stessa banca.

Procedura normalmente onerosa la rinegoziazione di un mutuo sarà alleggerita delle parcelle notarili, oltre che della prevista abolizione della penale di estinzione anticipata del mutuo prevista dalla Legge Bersani. Rimangono invece invariati i costi di rinegoziazione veri e propri: in pratica, si dovranno affrontare nuovamente le spese di istruttoria della pratica, le imposte di legge, la cancellazione della precedente ipoteca e l'iscrizione di quella nuova e così via.

“Il Consiglio Nazionale del Notariato ha approfondito il tema della rinegoziazione dei mutui, strettamente connesso a quello della portabilita’ per favorire condizioni migliori ai mutuatari. Come abbiamo piu’ volte confermiamo che la rinegoziazione non richiede l’intervento del notaio, non essendo necessaria l’annotazione a margine dell’ipoteca iscritta a garanzia del mutuo rinegoziato. Tuttavia quando il mutuatario e’ soggetto fallibile, l’atto di rinegoziazione deve avere data certa. Ed e’ necessario l’atto notarile allorche’ si intenda chiedere l’annotazione della rinegoziazione del mutuo.

Ovviamente le parti possono ricorrere all’atto notarile allorche’ sia loro interesse avere non solo la garanzia della certezza della data, ma anche le altre garanzie connaturate all’intervento del notaio. Il Consiglio Nazionale - conclude il Presidente Piccoli - e’ disponibile ad integrare anche con le informazioni relative alla rinegoziazione il protocollo procedurale gia’ concordato con l’Abi”. presidente del Consiglio nazionale del notariato, Paolo Piccoli

E’ fatto quindi salvo l’obbligo di assistenza notarile qualora di intenda richiedere l’annotazione della rinegoziazione.

  • shares
  • Mail