Impianto fotovoltaico: quanto costa convertirsi al sole?

Fotovoltaico Tra conto Energia, incentivi e detrazioni per le ristrutturazioni eco-compatibili, questa fonte di energia alternativa ha avuto per mesi molta risonanza. Parliamo del fotovoltaico, che, oltre a rivestire un non trascurabile significato ambientale rappresenta anche una potenziale buona fonte di risparmio. Questo perché non sembra essere così immediato il vantaggio economico nell'installazione di questi impianti oltre che difficoltoso il reperimento dei materiali.

A tal proposito Carlo Privato, responsabile Area Fotovoltaica del Dipartimento Tecnologie per l'Energia, Fonti Rinnovabili e Risparmio Energetico, ENEA ha effettuato una piccola analisi economica di quel che si andrebbe a a spendere tenuto conto delle difficoltà tecniche, nell'installazione di un impianto fotovoltaico (v. articolo).

Quanto si deve investire per realizzare un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione? In quanto tempo si ammortizza l'investimento? Quando si comincia a guadagnare?"

"Partiamo dai costi. Un impianto fotovoltaico ha un costo medio di 7.000 € a kWatt installato, il che vuol dire che per un impianto di 3 kW occorre investire 21.000 €.
L'ingombro di un impianto di questo tipo è circa trenta metri quadrati. La capacità produttiva di un impianto fotovoltaico varia a seconda delle zone di installazione; a Roma un impianto fotovoltaico di 3 kW è in grado di produrre 3900 kW/h all'anno. Ipotizziamo, ora, che l'impianto del nostro signor Rossi sia parzialmente integrato nel tetto, e cioè che i moduli siano installati in modo complanare alle superfici, senza sostituire i materiali di rivestimento del tetto.
In questo caso al signor Rossi verrà applicata una tariffa incentivante di 0.44 € per ogni kWh prodotto. A fine anno avrà ricavato dalla vendita dell'energia prodotta 1716 € ai quali andranno aggiunti 780 € di risparmio in bolletta per lo scambio sul posto. In totale, quindi, il risparmio economico annuale sarà di 2496 €.
Considerando il costo di investimento (21000 €), per ammortizzare la spesa occorreranno 8,4 anni. Da quel momento in poi e per altri 12,6 anni tutta la produzione di energia si tramuterà in guadagno per il nostro signor Rossi.
Considerando altri interventi sull'edificio, che consentano un risparmio energetico o l'utilizzo di contributi da parte di Enti locali, laddove ci sono, il tempo di ammortamento può arrivare a ridursi anche a poco più di 6 anni e mezzo."

  • shares
  • Mail