Il bonus PC apre agli over 25

Computer co.co.coAll’avvicinarsi del termine di scadenza (31 dicembre) del provvedimento agevolativo per la dotazione di un computer in favore di giovani precari (v. articolo), il Ministero dell’Economia stabilisce l’estensione del bonus previsto in Finanziaria 2007 anche per i giovani over 25. I nuovi requisiti di fruizione sono stati decretati con provvedimento ministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì (n. 273).

Co.co.co. e i lavoratori a progetto con età superiore ai 25 anni potranno dunque usufruire del contributo per l'acquisto di un pc, visto lo scarso impiego di risorse sui 10 milioni di Euro stanziati.

Ricordiamo che per usufruire del bonus agevolativi il PC deve avere delle caratteristiche specifiche:
l’acquisto deve riguardare un pc nuovo di fabbrica dotato della certificazione di qualità ISO 9001.2, della certificazione rilasciata dal produttore ovvero dal distributore del sistema operativo, per il sistema pre-installato, del certificato di garanzia e assistenza tecnica, e dev’essere costituito almeno dai seguenti elementi: unità centrale, unità disco rigido interno, sistema operativo, predisposizione per l’accesso a Internet (modem ovvero scheda di rete).

Come si ottiene lo sconto?
Bisogna rivolgersi a un rivenditore che aderisce all’iniziativa, esibendo il codice fiscale o la tessera sanitaria e un documento di riconoscimento e indicando i dati del datore di lavoro.
I rivenditori informatici, invece, potranno aderire all’iniziativa iscrivendosi in un sito Internet creato ad hoc all’interno del portale www.tesoro.it, fornendo i propri estremi di identificazione (nome e indirizzo dell’esercizio commerciale, numero di partita Iva, iscrizione alla Camera di commercio).
Sul sito potranno accedere a una propria area riservata in cui inserire i dati relativi a ciascuna transazione eseguita (numero di serie del pc venduto, numero identificativo e data dello scontrino fiscale emesso) e quelli relativi all’acquirente beneficiario dello sconto (codice fiscale, documento di identificazione, partita Iva del datore di lavoro). Ogni mese, inoltre, dovranno inviare al dipartimento del Tesoro la documentazione relativa alle vendite effettuate, per poter ottenere il rimborso per la riduzione di prezzo effettuate sui pc.

  • shares
  • Mail