Pass invalidi: più che uso, abuso!

Permessi invalidi Un boom registrato in concomitanza alla chiusura dei centri storici quello dei pass invalidi. Secondo la rivista Quattroruote non si tratterebbe solo di una coincidenza. La caccia grossa al tagliando arancione sembra aver contagiato la maggior parte dei capoluoghi. La classifica dei comuni parte con Napoli e Bologna con rispettivamente 416 e 402 tagliandi su 10.000 macchine.

Bronzo per Palermo che sale sul podio delle città con maggiori pass invalidi con 385 pass ogni 10.000 macchine.
Il malcostume tutto italiano riguarda una percentuale altissima della popolazione, che ricorre a qualsiasi scorciatoia pur di semplificarsi la vita. Secondo quanto rilevato dai dati dei vari comuni il pass lo chiede anche chi il diritto non ce l'ha: in alcune città, come Bari, viene respinto l'85% delle richieste per i permessi.

Chi ha il pass, poi - sottolinea Quattroruote - spesso ne abusa, utilizzandolo anche quando il disabile titolare non è a bordo dell'auto. Chi il pass non ce l'ha, invece, spesso lo falsifica per aprirsi le porte delle Ztl, usare gli spazi riservati, le corsie preferenziali e sostare gratis sulle strisce blu. E se le richieste di permessi sono in crescita - conclude Quattroruote - non lo sono altrettanto i posteggi, ancora troppo pochi: per ogni posto riservato a Roma ci sono fino a 12 auto che hanno diritto a posteggiarci (v. articolo).

Pass invalidi

  • shares
  • Mail