Tariffe postali: che “pacco”!

Pacco poste italianea Con la primavera sbocciano i ritocchi alle tariffe postali. Un aumento del 121% che costerà caro agli stranieri che intendano inviare pacchi ad amici e familiari oltre confine. Per spedire ad esempio un pacco fino a 20 Kg in Perù la tariffa passa infatti da 70 a 155 euro, mentre per spedire negli Stati Uniti, per via di superficie, un pacco fino a 20 Kg si passa da 65,33 a 81,46 euro, in Canada da 67,66 a 76,38 euro.

I ritocchi all’insù riguardano i pacchi ordinari. La denuncia dell’eccessivo ed improvviso rincaro è partita dai cittadini stranieri che si sono rivolti al Codacons per un accertamento.

Intanto continua la sua marcia verso gli utili in crescita il gruppo Poste Italiane che per il sesto esercizio consecutivo chiude il bilancio in positivo registrando per il 2007 un utile di 843,6 milioni di euro, con una crescita del 25% rispetto al 2006 (675,7 milioni).

A contribuire alla crescita economica del gruppo la redditività dei servizi postali che, nonostante il mercato maturo, fanno registrare un incremento di fatturato del 3,8%, raggiungendo i 5.553 milioni di euro nel 2007. In crescita i ricavi relativi alla corrispondenza (+ 192 milioni), legati al positivo andamento sia dei servizi di base, sia di quelli innovativi.

Il ricarico sui prezzi a sportello, giustifica il gruppo è la risposta al miglioramento dell’efficienza del servizio postale.

Tariffario di Poste Italiane

  • shares
  • Mail