Patente: disco verde per il test antidroga

Patente Si sommerà alla prova scritta e alla pratica, il nuovo test antidroga previsto dal sottosegretario Giovanardi per chi prenda la patente. La disciplina entrerà in vigore a partire dal 2009 ma partirà già questo settembre la sperimentazione a Cagliari, Verona, Perugia e Foggia.

«Anticipiamo una normativa europea che prevede entro il 2011 l'introduzione obbligatoria di questo test fra i paesi membri» ha spiegato lo stesso Giovanardi. Il test sarà obbligatorio per i quattordicenni che vogliono il patentino per il motorino, per i sedicenni che vogliono guidare la moto e anche per guidare l'auto. Se il test risulterà positivo non sarà concessa la documentazione, e se si tratta di un minorenne saranno avvisate le famiglie.

Prevenire per curare
Una vera e propria epidemia quella degli incidenti stradali che ogni anno stronca migliaia di vite. La sperimentazione intende curare alla radice le principali cause dei sinistri stradali mortali: alcol e droga per l’appunto. Le risorse sono messe a disposizione dal Dipartimento antidroga, e per quanto riguarda i minori, la decisione del test non inciderà sull'autonomia scolastica. «Non è un messaggio di repressione - ha detto Giovanardi -, ma di prevenzione. Si tratta di un contributo per risolvere il grave problema delle stragi del sabato sera, è un'iniziativa che tutela soprattutto i giovani puntando a evitare il dramma degli incidenti stradali. Il messaggio è: ti concediamo la patente o il patentino se non sei pericoloso per te e per gli altri. Non credo che il progetto sarà oggetto di polemiche visto che nella pratica stiamo semplicemente anticipando una decisione europea».

  • shares
  • Mail