Gas e luce: bollette più leggere da aprile


Bollette di luce e gas più leggere dal 1° aprile. Finalmente, dopo tre anni, un consistente calo delle tariffe: il costo dell'energia elettrica in bolletta diminuirà dell'1% (in aggiunta al -1,4% praticato da gennaio), quello del gas scenderà del 4,2%. Il risparmio totale per gli utenti sarà di 60 euro all’anno, 55 sul gas e 5 sulla luce. L'Autorità per l'Energia nel suo aggiornamento trimestrale per le famiglie e le piccole imprese servite in tutela fa sapere anche che sempre da aprile 2013 diminuisce ulteriormente anche il prezzo del gpl, dello 0,5%, dopo il calo di febbraio (-1,6%) e marzo (-3,8%).

Sono gli effetti della prima fase della riforma sul calcolo delle tariffe voluta dall’Authority, in direzione di un definitivo allineamento, al ribasso, dei prezzi italiani a quelli del resto dei Paesi UE. Il prezzo della materia prima gas scende così a valori inferiori a quelli di un anno fa: 35 centesimi di euro a metro cubo al posto dei 36 centesimi circa pagati alla data dell’uno aprile 2012. L’obiettivo da raggiungere entro la fine dell’anno, andando avanti con le fasi successive della riforma, è quello di tagliare del 7% almeno il costo della bolletta del gas, per un risparmio totale di circa 90 euro a famiglia.

Soddisfatte le associazioni dei consumatori, un po’ meno le società di distribuzione del gas. Secondo Federconsumatori:

bene ha fatto l’Autorità per l’energia a mettere in consultazione un documento che prefigura, dal prossimo 1° aprile, un nuovo criterio per fissare il prezzo del gas per le famiglie del Mercato Tutelato.

Il metodo adottato per la riduzione delle tariffe delle bollette del gas considera il minore costo del gas sul mercato spot rispetto a quello dei contratti di lungo periodo. Mercato cash che beneficia della congiuntura economica caratterizzata da un eccesso di offerta con contestuale calo dei consumi.

(in aggiornamento)


Foto © TMNews

  • shares
  • Mail