Rimborsi fiscali a lentezza di lumaca

Rimborsi Irpef Quanto si deve attendere per un rimborso Irpef in Italia? Tra i 13 e i 26 anni secondo la classifica di Contribuenti.

Il nuovo oro olimpico per la lentezza dei rimborsi fiscali spetta questa volta proprio all’Italia. Secondo l'associazione contribuenti italiani il tempo medio di attesa per un piccolo rimborso Irpef in Italia è di 13,2 anni, ma per i più consistenti bisogna attendere anche 26,1 anni. Nella classifica seguono turchi (4,0 anni), greci (3,1 anni), spagnoli (2,2 anni), francesi (1,7 anni), inglesi (1,3 anni), tedeschi (1 anno), austriaci (0,4 anni), americani (0,2 anni) e giapponesi (0,1 anni).

"Vogliamo un'armonizzazione del fisco a livello europeo in modo che, quanto prima, i rimborsi fiscali possano essere erogati in tutta Europa con gli stessi tempi e modalità - sostiene Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it - e il rispetto dei diritti dei contribuenti da parte degli enti impositori per non incentivare l'evasione fiscale. E' assurdo - continua Carlomagno - che gli italiani debbano essere vessati dal fisco 10 volte più di inglesi o tedeschi''.

Contribuenti.it ricorda che l'Amministrazione finanziaria, a distanza di 8 anni, non ha ancora emanato il regolamento per l'estinzione dell'obbligazione tributaria mediante compensazione dei crediti tributari, previsto dell'art. 8 dello Statuto del contribuente, in dispregio della Costituzione. In attesa di un incontro con il ministro Tremonti per discutere sui rimborsi fiscali Irpef, che hanno superato la fantomatica cifra di 25,3 miliardi di euro, sulla riforma del fisco e della riscossione, Contribuenti.it annuncia di aver attivato sul sito internet www.contribuenti.it il servizio Sos rimborsi fiscali gratuito per tutti i contribuenti che vogliono conoscere tutte le modalità per ottenere in tempi celeri i sospirati rimborsi fiscali.

  • shares
  • Mail