Hotel e ristoranti: la detrazione IVA è servita!

Detrazion IVA Dolci sonni in albergo e pasti più gustosi al ristorante! Sarà operativo dal 1° settembre prossimo lo sconto integrale dell'imposta sulle spese di vitto e alloggio per i titolari di partita IVA.

Tutti i titolari di partita Iva potranno detrarre integralmente l'imposta relativa ai servizi alberghieri e di ristorazione all'unica condizione che queste spese siano legate all'attività imprenditoriale o professionale esercitata. La misura è stata introdotta dalla manovra estiva e prevede nello stesso tempo la riduzione al 75% della deducibilità ai fini Irpef e Ires degli oneri connessi alle prestazioni di vitto e alloggio. Una partita di giro che risponde alla necessità di garantire una sostanziale invarianza delle entrate erariali, che avrebbero subito un calo non indifferente in seguito all'ampliamento del diritto alla detrazione. Quest'ultimo, una volta verificata l'inerenza della spesa sulla base dei principi generali enunciati nel decreto Iva, consente di detrarre in misura piena l'imposta addebitata sulle prestazioni offerte da hotel e di ristoranti.

Detrazioni Iva
Alla detraibilità dell'Iva sui servizi alberghieri e ristorativi (purché fossero fruiti in occasione della partecipazione a convegni e congressi di lavoro ed erogati nei giorni di svolgimento degli eventi) introdotta nella Finanziaria 2007, si aggiunge la detrazione per le spese sostenute, a partire dal primo giorno di settembre, per i pranzi e le cene di lavoro e per i pernottamenti in hotel.

Deduzioni Irpef e Ires al 75 per cento
Ma le novità introdotte nel campo dei rimborsi non si fermano qui. Il decreto, convertito dalla legge 133/2008 ha previsto una rimodulazione delle imposte dirette. La deducibilità delle spese di ristorazione e di pernottamento in albergo, che prima era consentita integralmente, è stata infatti ridotta al 75 per cento dell'ammontare complessivo. La limitazione non si applica però ai costi di vitto e alloggio sostenuti da lavoratori subordinati e co.co.co. per trasferte fuori dal territorio comunale e all'estero.

Il calendario
Per quanto riguarda la decorrenza delle nuove norme, vale la pena sottolineare che gli effetti del provvedimento non sono coincidenti nel tempo. Infatti, mentre sul versante Iva l'imposta diventerà pienamente detraibile già a partire dal 1° settembre, le novità in materia di deduzioni Irpef e Ires saranno pienamente operative a partire dal 2009, ossia dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre di quest'anno. Al momento della compilazione del modello Unico 2009 però l'importo degli acconti d'imposta dovrà essere calcolato tenendo conto della nuova misura di deducibilità introdotta dal decreto legge 112/2008.

  • shares
  • Mail