Bolletta del gas con un bonus in più!

Bonus bolletta gas Sulla scia di quanto già avvenuto per le utenze elettriche sarà a breve approvato un provvedimento di via libera per il bonus sulla bolletta del gas.

Il decreto del ministero dello Sviluppo economico sarebbe già pronto e in attesa del parere delle commissioni parlamentari competenti. Sull'entità dell'agevolazione, il dicastero guidato da Claudio Scajola mantiene per ora il riserbo, ma fa sapere che «i tempi di attuazione saranno brevi».

Tariffa sociale a tutto “gas”
L'introduzione di una «tariffa sociale» per le bollette del gas a favore dei consumatori con reddito modesto era già stata annunciata dall'ex ministro dello Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, poco prima della caduta del Governo Prodi. Se queste intenzioni si tradurranno effettivamente in legge, il beneficio per le famiglie disagiate potrebbe superare di gran lunga quello degli sconti sull'energia, perché i consumi di gas incidono pesantemente sulle bollette, rispetto a quelli di elettricità (si pensi solo al riscaldamento o alle caldaie per l'acqua).

Il connubio con la social card
Sarebbe anche allo studio del Governo la combinazione tra gli sconti sul gas e la social card, introdotta dalla manovra d'estate per «le fasce deboli» di popolazione (articolo 81, comma 32 della legge 133/08): la "carta" sociale potrebbe essere usata tanto dalle famiglie che hanno il collegamento al gas di città, quanto da quelle che ancora utilizzano il gas domestico in bombole.

Ancora sul bonus energia
Sul bonus energia (da 60 a 135 euro per il 2008), riservato alle famiglie con un Isee (indicatore di situazione economica equivalente) entro 7.500 euro e un impianto di potenza fino a 3 kW, l'Autorità per l'energia elettrica e il gas ricorda che solo le domande presentate ai Comuni fino al 28 febbraio 2009 danno diritto a usufruire dell'agevolazione per il 2008. Tutte quelle presentate dopo daranno diritto allo sconto, ma non prima del secondo mese successivo alla ricezione della richiesta di ammissione da parte del Comune. Bisogna controllare, comunque, la data di rilascio della propria attestazione Isee (che può essere compilata presso i Comuni, i Caf convenzionati o le sedi Inps), perché se la data è anteriore al 2007 non si avrà diritto al bonus né per il 2008, né per il 2009 (si veda la tabella qui a fianco).

Ieri è stata pubblicata sulla «Gazzetta Ufficiale» 264 anche la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas del 17 ottobre che contiene le modalità di applicazione del bonus per i clienti «con disagio fisico», che per vivere hanno bisogno cioè di un collegamento ad apparecchiature alimentate a energia elettrica. Il bonus, in questo caso, è di 150 euro all'anno.

  • shares
  • Mail