Multe sulla cattiva strada dei rincari

Rincari multe Aumentano del 4% con il nuovo anno gli importi delle contravvenzioni. Ritocchi all’insù che superano il tasso di inflazione per rimpinguare le casse comunali pesantemente danneggiate dall’ammanco dell’imposta sugli immobili. L’incremento calcolato su base Istat - sarebbe quasi il doppio dell’inflazione dichiarata dal governo - ha carattere nazionale ma alcuni Comuni ci possono mettere vantaggiosamente del loro. La sosta vietata sale da 36 a 38 euro, passare col rosso fa lievitare la sanzione da 138 a 143 euro, guidare con la patente scaduta può farvi provare l’ebbrezza di pagare una multa di 2263 euro contro i 2168 euro che avreste pagato fino a San Silvestro. Per rendere più comodo il pagamento delle sanzioni, l’importo sarà calcolato senza decimali, arrotondato all’insù si capisce.

Il rincaro è frutto di un provvedimento varato con i decreto dello scorso 17 dicembre e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 30 dicembre, nel quale sono previsti "aggiornamenti degli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti a violazioni del Codice della strada".

Aggiornamenti già previsti gli anni scorsi e ora riproposti dai ministri Angelino Alfano (Giustizia), Giulio Tremonti (Economia) e Altero Matteoli (Trasporti), i tre esponenti del Governo Berlusconi che hanno firmato il decreto. I rincari delle multe, motivati con l’adeguamento del costo della vita, ammontano al 5 per cento. Questa la variazione dei prezzi per le famiglie calcolata dall’Istat, l’Istituto nazionale dei statistica, dal 1° dicembre 2006 al 30 novembre 2008.

Geografia dei rincari
A Milano ad esempio gli automobilisti che passano con il semaforo rosso dovranno pagare sette euro in più rispetto all’anno scorso: da 143 a 150 euro. Per la classica sosta vietata, invece, rincaro di due euro: da 36 a 38 euro. Idem per chi parcheggia nei posti riservati ai residenti senza avere l’apposito pass per le strisce gialle. Aumenti più alti per altri tipi di soste vietate. Chi parcheggia sui posti riservati ai portatori di handicap pagherà 78 euro invece dei 74 euro previsti fino al 31 dicembre appena trascorso. Stesso rincaro di quattro euro per chi sosta sui marciapiedi. Stangatine di due euro per altre tre infrazioni del Codice della strada: passeranno da 36 a 38 euro la sosta durante il lavaggio delle strade, dove previsto, il carico e scarico merci fuori dagli orari consentiti e la sosta in doppia fila. L’aggiornamento delle contravvenzioni per la guida senza cintura e per la guida con il telefonino all’orecchio, infine, ammonta a quattro euro in più: da 70 a 74 euro. E questi aumenti si sommano in molte città agli aumenti che sono stati fatti per i parcheggi a pagamento. A Roma, nel centro, aumentati del 20%, da un euro l'ora a un euro e 20 centesimi.

  • shares
  • Mail