Borsa: Milano giù con i bancari. Listini europei contrastati

Chiusura contrastata per i listini europei con la borsa di Milano maglia nera, appesantita dai bancari. L’indice Ftse Mib perde alla fine lo 0,96% a 17.090 punti, l'All Share lo 0,80% a 18.154 punti per un controvalore di volumi scambiati pari a 2,3 miliardi di euro. In un comparto bancario che oggi ha vissuto una giornata decisamente no, c'è da registrare su tutti il tonfo di Bpm, a seguito di indiscrezioni di stampa relative a una frenata del progetto di trasformazione da banca popolare in Spa.

I mercati continentali a metà seduta sono rimasti sostanzialmente immobili anche dopo il leggero rialzo con cui è partita Wall Street, in scia agli ultimi dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione in Usa, ai minimi dal 2008. In Europa la borsa di Londra guadagna lo 0,14%, Francoforte lo 0,16%, Parigilo 0,7% mentre chiude negativa la piazza finanziaria di Madrid (-0,28%).

Sul secondario italiano lo spread Btp/Bund termina in rialzo rispetto a ieri, sopra quota 260, a 261 punti base, con un tasso del decennale del Tesoro che arriva al 3,88%.

Borse europee in calo: Piazza Affari apre negativa

Borse europee in calo: Piazza Affari apre negativa
Le maggiori borse europee aprono in calo la penultima seduta della settimana, dopo i rialzi di ieri. A Piazza Affari l'indice principale Ftse Mib cede in avvio di contrattazioni lo 0,34% per poi incrementare le perdite fino allo 0,91%, a quota 17.097 punti.

Non va molto meglio nel resto d'Europa: a Francoforte - dopo due record storici consecutivi raggiunti dal Dax (martedì e mercoledì), l'indice cede in avvio lo 0,20%. La City di Londra perde lo 0,17%; Parigi va subito decisamente in rosso con un -0,86%, mentre la borsa di Madrid viaggia sulla parità (+0,02%). L'attenzione dei mercati è puntata sulla Banca d'Inghilterra che oggi potrebbe decidere nuove misure di stimolo per l'economia.

Sul mercato del debito il differenziale Btp/Bund tedeschi a dieci anni apre a 256 punti base, sui livelli della chiusura di ieri, con rendimento del decennale che scende al 3,86%.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images

  • shares
  • Mail