La retromarcia degli Ecoincentivi

Auto Gpl Fa strada il decreto legge 5/09 che, nonostante le proteste delle associazioni del settore, viene approvato alle Camere portandosi dietro un emendamento limitativo dell'incentivo per le auto ecologiche.

Stando ad una nota congiunta di CNA (Servizi alla Comunità), Confartigianato Autoriparazione e Consorzio Ecogas infatti sarebbero state apportate delle modifiche inopportune all'originario disegno di legge sugli incentivi per la trasformazione a gas degli autoveicoli dal gennaio 2008. In origine infatti l'incentivo era stato esteso a tutti i mezzi, a prescindere dalla classificazione Euro.
Emendamenti "impazziti"
Se aziende del settore e cittadini avevano accolto con favore l’innalzamento degli importi introdotto dal Dl 5/2009 a
partire dal 7 febbraio: da 350 a 500 euro di contributo per la trasformazione a GPL e da 500 a 650 euro per quella a metano, non si può dire sia stato riservato lo stesso trattamento ai recenti emendamenti approvati.

Dal 12 aprile, con l’entrata in vigore della L.33/2009, lo scenario viene infatti sconvolto: rimangono i contributi di 500 e 650 euro, ma solo per gli Euro 0, 1 e 2, mentre calano a 350 e 500 per Euro 3, 4 e 5.

Conseguenze sul settore
La riduzione e la “confusione” che si è creata ha provocato un crollo delle prenotazioni degli incentivi superiore al 50% oltre a generare gravi problemi fiscali e procedurali.

E’ bene ricordare che l’aumento degli importi unitari degli incentivi, concessi con il D.L. 5/2009, ha cercato di avvicinare le due forme di incentivazione: veicolo nuovo a gas e veicolo trasformato in post vendita. Infatti il divario tra gli incentivi per il nuovo (1.500 € il GPL e 2.000 € il metano) e gli incentivi per le trasformazioni (500 € GPL e 650 € il metano) ha penalizzato fortemente il mercato delle trasformazioni. In questo mercato sono coinvolte oltre 6.000 piccole e medie imprese artigiane da cui dipendono quasi esclusivamente. Inoltre il divario tra i due incentivi non ha nessun presupposto tecnologico essendo nella maggior parte dei casi identici i componenti utilizzati dai costruttori di auto e dalle officine di trasformazione dei veicoli a gas.

  • shares
  • Mail