Vacanze, come si taglia la spesa?

Vacanze Viaggiare in rete costa meno. Fin qui nessuna novità, prenotare la vacanza con un certo anticipo magari affidandosi a voli low cost e offerte scontate consente qualche piccolo margine di risparmio. Quel che stupisce, nonostante la crisi, è che il 75% degli italiani non rinuncia almeno ad una settimana di vacanza.
Il budget medio per nucleo familiare destinato alle vacanze 2009 e' di 2mila 204 euro, 86 in meno rispetto al 2008. E per risparmiare il 62% dichiara di pianificare le proprie vacanze con largo anticipo mentre il 43% fa ricorso a Internet.

Non sono pochi, in tempo di crisi, a rivolgersi al Web per trovare una soluzione, circa il 43 per cento degli italiani, sostiene il Barometro Ipsos-Europe Assistance.

L’associazione Codici ha stilato un vademecum per non cadere nelle trappole della rete.
1- Per chi ama volare, l'aereo e' il mezzo giusto. E' possibile cercare le numerose compagnie low cost navigando per Internet.
Ma attenzione: e' preferibile prenotare il volo direttamente dal sito della compagnia aerea interessata per esser sicuri di pagare il prezzo più basso, evitando gli aggregatori come Expedia;

2- Tali compagnie normalmente partono da un aeroporto minore, poco servito, per cui e' bene organizzarsi e prepararsi per tempo;

3- Le compagnie low cost offrono di solito un pacchetto di rotte limitato. Però hanno sempre uno o due aeroporti di base da cui poter raggiungere molte altre mete. Di norma le compagnie low cost non garantiscono le coincidenze. Lasciatevi un ampio margine di sicurezza tra un volo e l'altro;

4- Attenzione ai prezzi: le cifre pubblicizzate come superconvenienti non includono, quasi sempre, tasse e sovraprezzi. Quindi leggete attentamente le clausole;

5- Per risparmiare e' consigliabile non spendere soldi sui prodotti che si vendono a bordo;

6- La chiave del risparmio e' prenotare con ampio anticipo;

7- Fate molta attenzione alle regole per i bagagli e il peso, che cambiano da compagnia a compagnia e che spesso si traducono in sgraditi sovrapprezzi. I ritardi, poi non sono assolutamente ammessi ne' tollerati: i check-in delle compagnie low cost chiudono con anticipo rispetto ai voli normali;

8- Ogni cambiamento e modifica di date, destinazioni enominativi comporta il pagamento di un sovraprezzo;

9- Numerose sono le offerte di hotel sul mercato. Anche in questo caso e'preferibile prenotare direttamente dal sito interessato;

10- Invece, per chi non riesce a sostenere le spese in hotel e'consigliabile prenotare un appartamento. In base alla località e al numero di persone, si spende in media dai 150 euro ai 200a persona per i soggiorni di una settimana, con la possibilità di ammortizzare gli eventuali costi per il cibo. La spesa al market sarà sicuramente meno dispendiosa di pranzi e cene al ristorante per tutta la durata della permanenza.

  • shares
  • Mail