A Venezia sbarca il Wi-fi gratis

Wi-fi Venezia Da città lagunare a città digitale. Dopo Roma e Milano, Venezia abbraccia il wi-fi mettendo a disposizione di tutti attraverso fibra ottica e connessione wireless la banda larga su tutta l'area cittadina. I prezzi? Assolutamente accessibili per visitatori e turisti (5 euro al giorno) e totalmente gratuito per i residenti.

"Grande diffusione di hot spot e diecimila chilometri di fibra ottica, collegando tutta la rete delle biblioteche. Ci sono altri esempi in Europa di copertura di questo genere, ma nessuno di queste dimensioni", dice a Reuters con un certo orgoglio Michele Vianello, vicesindaco di Venezia, promotore dell'iniziativa Cittadinanza digitale.

Il progetto
Frutto di un investimento da 10 milioni di euro, il progetto punta ora ad attirare capitali privati. E la prospettiva di trasferire in rete risorse del welfare tradizionale. Visto che portare a tutti collegamenti tra 20 e 100 mega vorrà dire, per esempio, poter usare la Rete per la telemedicina e la diagnostica. Oltre che per l'ecommerce e la tv via cavo, cosa che farà sparire dal centro storico le antiestetiche antenne.

L’inaugurazione
Un via alle danze piuttosto originale quello che ha inaugurato il progetto. Si è infatti trattato di una vera e propria caccia al tesoro, ideato sulla trama dallo scrittore Alberto Toso Fei. Il gioco proponeva di inseguire il misterioso scettro scoprendo angoli di Venezia trascurati dai tradizionali circuiti turistici. La soluzione di una serie di enigmi ha consentito via via ai partecipanti di ottenere i codici per riordinare le tracce sul proprio terminale, che sia uno smartphone o un portatile. Frutto di un della LOG607, ideatrice del gioco "Whaiwhai", che il mese scorso ha ricevuto dal presidente Giorgio Napolitano il "Premio Nazionale per l'Innovazione nei Servizi per il settore turismo, di Confcommercio. Ci sono già versioni di "Whaiwhai" che consentono di giocare a Roma, Firenze e Verona, l'idea è di esportarlo presto da Londra a Parigi, da Pechino a New York.

  • shares
  • Mail