Bonus ristrutturazioni edilizie ed energetico prorogati dal CdM

Il Consiglio dei Ministri per decreto ha prorogato di 6 mesi il bonus fiscale per l'efficienza energetica degli edifici, il cosiddetto ecobonus, e quello sulle ristrutturazioni edilizie che erano in scadenza alla fine di giugno. Le proroga per le agevolazioni varrà fino al 31 dicembre 2013 per i privati.

Dell’ecobonus possono beneficiare sia i privati cittadini che i condomini e se gli interventi implicheranno la riqualificazione di almeno il 25% della superficie dell'involucro del palazzo il bonus può valere sino a fine dicembre 2014.

Non mancano altre novità: la percentuale del bonus ecologico sale dal 55% al 65%; quella degli sgravi sulle ristrutturazioni edilizie rimane al 50% ma gli interventi possibili sono ampliati fino a comprendere arredi fissi, cucine e armadi a muro, e l'agevolazione viene estesa al capitolo degli interventi antisismici nelle regioni interessate dai terremoti dell’anno scorso.

Il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato uscendo dal CdM ha chiarito:

il bonus energetico è stato esteso al 65%, ma la sua durata si sdoppia: proroga di 1 anno per i condomini, di 6 mesi per i privati cittadini. Ok anche per il bonus edilizia al 50%, che comprende anche gli interventi di adeguamento antisismico.

Nel corso del CdM il governo Letta ha anche dato il via libera al disegno di legge sull'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti. Si tratterà di un’abolizione graduale e spalmata su tre anni. Il finanziamento pubblico sarà tagliato del 60% il primo anno, del 50% il secondo, del 40% il terzo anno, fino all’abolizione completa.

© Foto TM News

  • shares
  • Mail