Benzina e gasolio: prezzi dei carburanti in discesa

Il market leader Eni apre ai ribassi sulla rete nazionale e i competitor seguono a ruota abbassando i prezzi raccomandati alla pompa in modalità servito. Prosegue in questo inizio di settimana la diminuzione delle quotazioni internazionali, in particolare sul gasolio. All’inizio del weekend Eni aveva portato il prezzo della benzina sotto 1,8 euro al litro, cioè il minimo dal 9 gennaio scorso. E se i mercati non invertiranno la tendenza c’è spazio per ulteriori ribassi dei prezzi dei carburanti.

Pe ora Total Erg taglia di un centesimo il prezzo di benzina e diesel, Q8, Esso e Shell tagliano di 0,5 centesimi su entrambi i prodotti e Tamoil fa calare di un centesimo solo il prezzo del diesel. Gli interventi sui prezzi raccomandati fanno così flettere le medie e le punte di prezzo.

A livello Paese secondo il Servizio Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia, su un campione di stazioni di servizio rappresentativo della situazione nazionale, il prezzo medio della verde oscilla oggi tra 1,795 euro al litro praticato da Eni e 1,823 euro/litro di IP e Tamoil, con le no-logo a 1,695 euro per litro

Per il diesel invece si va dall’1,695 euro al litro di Eni all'1,724 di IP; no-logo a 1,571 euro al litro. Anche per il gpl il miglior prezzo è quello di Eni, a 0,733 euro al litro fino ad arrivare allo 0,759 euro/litro di Tamoil, con i distributori no-logo fermi a 0,716. Le medie nazionali della benzina e del gasolio raggiungono, rispettivamente, quota 1,823 e 1,724 euro al litro, Gpl a 0,759 euro per litro. Le punte di prezzo arrivano a 1,865 euro al litro per la benzina, a 1,745 euro per il diesel e 0,779 euro al litro per il gpl.

© Foto TMNews

  • shares
  • Mail