Acquisto casa, quando investire?

Acquisto casa Investimento sicuro per antonomasia, quello sul mattone continua a piacere agli italiani, premiati sul lungo medio periodo nonostante la crisi del settore. Stando infatti ad una recente indagine del Sole 24Ore condotta su dati ricavata da Scenari Immobiliari i prezzi delle abitazioni si sarebbero rivalutati tra il 1958 e il 2009 del 180%, sebbene con un andamento tutt’altro che lineare.

C’è comunque da considerare che nel nostro Paese l'acquisto immobiliare (che riguarda oltre il 73% delle famiglie) non ha una funzione di investimento in senso stretto. Anzi: il grosso dei proprietari non affitta case, ma si accontenta di abitarci e di usarle come "parcheggio" per i propri risparmi, nella speranza che al momento della vendita l'incasso si riveli superiore al prezzo d'acquisto.

Alti e bassi dei mercati
Il mercato immobiliare sarebbe soggetto, secondo l’indagine, ad un andamento ciclico dei prezzi caratterizzato da un periodo di contrazione, seguito da quattro anni e mezzo di contrazione dei prezzi e altri quattro di recupero.
L'indefinibile medio-lungo periodo, dunque, potrebbe essere individuato intorno agli otto anni e mezzo.
L’orizzonte per il recupero del prezzo dell’immobile potrebbe essere fissato a otto anni, se non fosse per il fatto che le cose si complicano considerando gli ultimi cicli immobiliari. Le correzioni in questi casi sono state via via più lunghe. Ad esempio, chi ha acquistato nel 1992 è tornato in pareggio solo 13 anni dopo. E c'è anche un altro aspetto importante: la discesa dei prezzi negli anni 90 è stata così intensa da rimandare in rosso coloro che avevano comprato nei primi anni 80, e si erano appena ripresi da un'altra fase di discesa. Qualcosa di simile sta accadendo anche adesso: chi ha acquistato casa nel 1992, se vendesse ai valori di fine 2009, perderebbe circa il 2% in termini reali.

Il momento giusto per comprare
Per evitare dunque di sbagliare la tempistica per un investimento è fondamentale guardando alle spalle, traendo un insegnamento prezioso da quanto avvenuto nel passato. In linea di massima gli shock politici provocano un immediato interesse per il mattone; secondo, il buon andamento della Borsa ha, nell'immediato, un effetto opposto. Negli ultimi anni, poi, sono stati anche i mutui a sostenere il mercato. E dato che le reazioni del mercato immobiliare sono postdatate di almeno sei mesi agli eventi politici e borsistici, si può tentare di valutare se la situazione del momento sconsiglia o no un acquisto nel periodo immediatamente successivo, con un margine di 2-3 mesi per decidere se acquistare subito o rimandare.

Fonte: Il Sole 24Ore

  • shares
  • Mail