Fotovoltaico: o la borsa o la vita!

fotovoltaico_incentivi

Qual'é la droga più diffusa sulla terra?

Indovinate...

E' il petrolio: non possiamo stare senza, fa male alla salute, e siamo disposti ad uccidere per averlo.

E come per ogni droga quello che ne crea il bisogno é solamente il piacere, l'ebrezza momentanea di un istante di felicità. Faremmo di tutto per starcene comodi e felici, a zonzo per il mondo in macchina oppure nel caldo tepore del nostro salotto mentre fuori i nostri camini ed i nostri tubi di scappamento sputano al cielo polveri e veleni.

L'uomo, animale pensante, proprio non riesce a stare senza divertirsi e rilassarsi. L'uomo é nato per "cazzeggiare", ci piace davvero troppo.

"I nostri cugini di primo grado, gorilla, oranghi, scimpanzé e gibboni, hanno campato felici e contenti per tutto questo tempo cibandosi solo di vegetali crudi, mentre noi non solo prepariamo pasti caldi ma in meno di duecento anni abbiamo quasi distrutto questo pianeta, che prima era un sanissimo sistema di sostentamento della vita, principalmente dandoci ad una gran baldoria termodinamica a base di combustibili fossili." (Parola di Kurt Vonnegut "Un uomo senza patria" ediz. Minimum Fax)

E, presto, quando raggiungeremo il picco globale ed avremo estratto la metà di tutta la nostra droga preferita esistente nel mondo, ci sarà da ridere (scherzo, in realtà sarà davvero l'opposto).

E allora dovremo (non é forse più razionale?) pensare alle nuove fonti di energia (quelle pulite ed inesauribili) ed iniziare a disintossicarci?

Molti ci pensano. Sono sempre di più le Regioni che propongono incentivi per il fotovoltaico (ne avevamo già parlato per la Liguria ricordate?), d'atronde non potrebbe essere altrimenti, siamo non siamo il Paese del Sole?

Un esempio, la centrale fotovoltaica a Brindisi, inaugurata da poco. Un insediamento di 11 Mw su un'area di 27 ettari, con una superficie di produzione pari a 84.000 metri quadrati.

Ma l'energia solare, ora, é davvero così conveniente? Cioé, permette davvero un risparmio? Fa bene al nostro portafoglio?

Il quesito ha incominciato ad attirare anche l'attenzione degli investitori finanziari. Spesso il mercato finanziario é la migliore cartina tornasole per testare la verità di una affermazione.

Vi ricordate le scorse elezioni? La sinistra doveva vincere con grande distacco ma il titolo Mediaset invece guadagnava. La conclusione era poi che i sondaggi erano molto pompati.

Quindi un buon inizio (sempre con le dovute precauzioni però, perché i Tanzi sono tanti e poi sono Tanzi nostri!) si può buttare un occhio alle analisi di mercato sul settore.

E poi andare a caccia di opinioni per Internet per capire se e come fare quattro conti.

Insomma, almeno per ora, parrebbe, siamo di fronte ad un bivio (come dicono a Genova, soffiare e aspirare nello stesso tempo non é possibile).

Salviamo l'ambiente oppure il nostro portafoglio?

  • shares
  • Mail