Giovani di Confindustria: "persa la speranza"

Il presidente dei giovani imprenditori di Confindustria, Jacopo Morelli, manifesta "angoscia e timore" per la generazione under40.

Aprendo il tradizionale convegno di Santa Margherita Ligure, Jacopo Morelli, presidente dei giovani di Confindustria, ha lanciato il suo appello affinchè si adottino immediatamente politiche per la crescita economica.

Dando corpo alle preoccupazioni degli imprenditori under40, Morelli ha così lanciato il suo monito:

Senza prospettive per il futuro, l’unica prospettiva diventa la rivolta. [...] Hanno svuotato il domani di speranza e colmato il presente di angoscia.

Il Presidente dei giovani di Confindustria ha dichiarato il suo secco no ai sussidi a pioggia ed al reddito di cittadinanza, proponendo un reddito minimo legato ad attività di ricerca di lavoro e formazione. Strumenti "universali e flessibili" per il mercato del lavoro, oggi bloccato completamente da un Paese ingessato ed incapace di crescere.

Morelli ha parlato chiaramente di "ricostruire la fiducia" nel sistema paese, una fiducia distrutta da disoccupazione, diseguaglianze, inefficienze: una fiducia che passa anche dall'etica, dai comportamenti di quella politica senza ancora una "visione" necessaria a traghettare il Paese fuori dalla crisi.

"La sfida è una, perseguire insieme sviluppo, libertà economica e coesione sociale. [...] la disoccupazione giovanile al 40,5% che sale di 10 punti al Sud, una contrazione della produzione del 25% ed un Pil atteso per fine anno ancora in calo."

ha detto Jacopo Morelli questa mattina.

  • shares
  • Mail