Caro bollette: +75% dal 2000 al 2013

Il caro bollette secondo uno studio di Federconsumatori: "continua a incidere in maniera determinante sul potere di acquisto delle famiglie".

Dal 2000 al 2013 la spesa complessiva per le bollette dell’energia elettrica, del gas, dell'acqua e dei rifiuti è aumentata del 75%. Quest’anno tali servizi costeranno in tutto agli italiani 2.488 euro a famiglia. Secondo un’indagine di Federconsumatori il caro bollette:

"continua a incidere in maniera determinante sul potere di acquisto delle famiglie".

Per il Centro ricerche economiche educazione e formazione dell’associazione dei consumatori prima dell'entrata dell’Italia nell’euro una famiglia spendeva 600mila lire per la luce, 1.608.000 lire per il gas, 368mila lire per l'acqua; 172mila lire per i rifiuti: 2.750.000 lire in tutto, quasi 1.420 euro.

Quest’anno, la spesa per la luce sarà di 517 euro, con un aumento di ben 206 euro sul 2000, il 67% in più. Per la bolletta del gas si spenderanno 1.320 euro, con un rincaro di 489 euro (+59%), per l'acqua ci vorranno 356 euro, con un aumento dell’87%, 165 euro in più.

Ma la botta più consistente al caro bollette la darà la nuova tassa sui rifiuti, la Tares: da 89 euro pagate in media nel 2000 si passa a 295 euro, 206 euro e il 231% un più. Un aumento complessivo per queste 4 voci del 75% in 13 anni a fronte di una inflazione del 32,6%, cioè il 115,1% in più. Federconsumatori e Adusbef hanno chiesto al governo Letta di far slittare la Tares al 2014.

Foto © TMNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: