Fisco: il “decreto del fare” del governo Letta

Il governo Letta accelera il passo, vuole arrivare al vertice europeo di fine giugno con un biglietto da vista dei primi 100 giorni governo.

Il decreto del fare sarà varato dal governo prima del consiglio europeo del 27 e 28 giugno. Così è stato deciso nel vertice di maggioranza tenutosi stamattina a Palazzo Chigi alla presenza di premier e vice. Il decreto per smuovere le stagnanti acque dell’economia nostrana, sarà incentrato su provvedimenti fiscali, di semplificazione e liberalizzazione.

Alla fine della riunione il ministro dei Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini ha detto:

Abbiamo fatto un ragionamento su delle misure che dovranno essere oggetto di provvedimenti del governo, in parte disegni di legge in parte un "decreto del fare".


L’esecutivo Letta accelera il passo, vuole arrivare al vertice europeo di fine giugno con un biglietto da vista dei primi 100 giorni governo. Nel decreto saranno previste anche misure per l’occupazione, per nuove assunzioni, perché - per dirla con le parole del capogruppo Pdl alla Camera Renato Brunetta:

dobbiamo recuperare 500mila posti di lavoro persi a causa della crisi nell'arco di due anni.

E sul ventilato rinvio dell’aumento dell’Iva dal 21% al 22% che scatta dal primo luglio prossimo? Dove si guarda per trovare le risorse necessarie allo slittamento? L’ex ministro della Funzione pubblica del IV governo Berlusconi spiega:


l'orientamento della maggioranza è di non farlo a luglio (...); l'importante è che ci sia la cancellazione dell'aumento Iva, un semplice rinvio sarebbe un segnale negativo.

E Franceschini:

Ci sono due scadenze una fissata dal Parlamento che prevede che si intervenga sull'Imu entro il 31 agosto e una più ravvicinata per cui serve una decisione sull'Iva entro il 30 giugno: ci lavoreremo. Servono risorse.

Altrimenti quello che si dà con una mano (la sospensione dell’acconto IMU di giugno, per ora siamo fermi a questo) sarà ampiamente compensato da quello che si toglierà con l’altra (l’aumento dell’aliquota Iva ordinaria).

© Foto Getty Images

  • shares
  • Mail