Alimenti: il “made in Italy” non ha prezzo

Made in Italy Più freschi, saporiti e certificati i prodotti agricoli nostrani sono i preferiti dal mercato domestico. Il 47% degli italiani gli attribuisce un valore superiore del 30% rispetto a quelli importati. Stando alla recente indagine realizzata da Coldiretti-Swg a ottobre 2009 la produttività dalla nostra agricoltura è oltre il triplo di quella Usa, doppia di quella inglese, e il 70% in più di Francia e Spagna

Percezione della qualità
Il valore superiore attribuito dagli italiani al Made in Italy alimentare è eccezionale con il 27% che ritiene valga almeno il doppio e il 20% un terzo in più. La superiorità è attribuita nell'ordine al rispetto di leggi più severe, alla bontà e freschezza e alla garanzia di maggiori controlli.

Una percentuale elevatissima di italiani (il 98%) conferisce molta importanza all’origine del prodotto, ritenendo che dovrebbe essere sempre indicato il luogo di allevamento o coltivazione dei prodotti contenuti negli alimenti. Le produzioni italiane hanno poi il primato della sanità e della sicurezza alimentare, con un record del 99 per cento di campioni regolari di frutta, verdura, vino e olio, con residui chimici al di sotto dei limiti di legge.

Biologico
Mangiar sano piace agli italiani, lo dimostra il fatto che nel nostro Paese si trova un terzo delle imprese biologiche europee e un quarto della superficie bio dell'Unione superando il milione di ettari. L'agricoltura italiana vanta inoltre la leadership nei prodotti tipici con 182 prodotti a denominazione o indicazione di origine protetta riconosciuti dall'Unione Europea senza contare le 4.471 specialità tradizionali censite dalle regioni.

  • shares
  • Mail