Borse europee prudenti. Milano chiude in rialzo dello 0,23%

Sul secondario lo spread Btp/Bund apre in calo a 274,5 punti base contro i 278 della chiusura di ieri.

Seduta interlocutoria sui mercati europei, con gli investitori che rimangono incerti sul prosieguo del piano di acquisto di bond da parte della Fed. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib chiude in rialzo dello 0,23%, a 16.152, l'Allshare sale dello 0,33% a 17.172 punti, per un controvalore di volumi scambiati contenuto, pari a circa 1,8 miliardi di euro.

Lettera sui bancari: tra i peggiori Banco popolare che perde il 2,12% e Pop Emilia (-1,9%), mentre Mps cede l'1%. Nell’editoria si registra il tonfo di Rcs che cede quasi il 6,3% dopo l’approvazione da parte del cda dell'aumento di capitale che partirà lunedì prossimo.

Nel resto d’Europa la borsa di Londra chiude sulla parità, Francoforte guadagna lo 0,4%, Parigi lo 0,19% e Madrid rimane invariata. Sul mercato del debito lo spread Btp-Bund chiude in ribasso a 277 punti base con rendimento del Btp che scende al 4,28%. Il differenziale tra il Bonos spagnolo e il decennale tedesco è a 306 punti base con tasso del titolo iberico al 4,58%.

Piazza Affari apre sulla parità. In evidenza Mps

Piazza Affari apre appena sopra la parità l’ultima seduta settimanale, meno incerti gli altri i mercati europei, che partono tutti in rialzo. L'indice principale Ftse Mib dopo i primi scambi sale dello +0,02%.

In base agli ultimi dati macro positivi pubblicati ieri negli USA la Fed non dovrebbe allentare a breve termine il suo piano di stimolo all’economia con massicci acquisti di bond: Wall Sreet ieri ha chiuso positiva e in Asia anche la borsa di Tokyo oggi guadagna l‘1,9% con il Nikkei a 12.686,52 punti.

Alla borsa di Milano bancari contrastati: in evidenza c’è Mps dopo che ieri ieri il Cda ha convocato l'assemblea per l'eliminazione del tetto di voto al 4% per i soci diversi dalla fondazione. Indiscrezioni parlano anche di un possibile raddoppio dell'aumento di capitale (da 1 a 2 miliardi) che permetterebbe di onerare al meglio il rimborso dei Monti bond.

Sul secondario lo spread Btp/Bund apre in calo a 274,5 punti, dai 280 della chiusura di ieri, con rendimento del decennale italiano che scende al 4,28%.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images

  • shares
  • Mail