Mondiali, business milionario in campo

Mondiali Tanti interessi in gioco per la nazionale di calcio. Ai vincitori in Sudafrica spetterà infatti un ricco premio di 31 milioni di dollari, circa 20,5 milioni di euro. Lo ha annunciato Jerome Valcke, segretario generale della Fifa, dopo il comitato esecutivo che si è svolto a Robben Island.
In soldoni si tratta di premi più ricchi del 61% rispetto ai Mondiali del 2006.

La cifra minima per ciascuna nazionale eliminata nella fase a gironi sarà di 9 milioni di dollari, l'equivalente di 5,9 milioni di euro.

Quanto vale la qualifica?
Partita ricca per tutte le qualificate indipendentemente dai risultai. Ognuna delle 32 federazioni che raggiunga la fase finale ha infatti già ricevuto 1 milione di dollari per le spese di preparazione.

Risarcimento club
Anche i club avranno la loro parte: la Fifa, inoltre, metterà a disposizione 40 milioni di dollari (26,5 milioni di euro) come indennizzo alle squadre che metteranno i loro giocatori a disposizione delle varie nazionali. La quota di indennizzo sarà garantita anche in occasione del Mondiale 2014 che si svolgerà in Brasile.

Irlanda: insoddisfatta ma rimborsata?
Intanto il presidente della Fifa starebbe pensando ad un risarcimento non necessariamente pecuniario per la sfortunata Irlanda, esclusa dai mondiali per un gol di mano francese.
"Compensazione morale può voler dire qualsiasi cosa, dagli elogi a un premio speciale. Quello a cui stiamo pensando non è esattamente una compensazione economica", ha spiegato Blatter.

"Se decidessimo di dare soldi all'Irlanda poi dovremmo fare altrettanto con le altre squadre eliminate", ha osservato il dirigente svizzero. "Magari potremmo assegnare loro un trofeo, un premio o qualcosa del genere'', ha concluso Blatter.

  • shares
  • Mail