Addio alle hostess, nuova frontiera del low cost

Nate a metà anni Novanta, le compagnie aeree lowcost (non senza qualche insuccesso e fallimento) sono cresciute stagione dopo stagione, rivoluzionando il settore dell'industria turistica e il modo di viaggiare delle persone. In un ambito in cui la concorrenza è aumentata esponenzialmente negli ultimi anni, la Ryanair, prima azienda del settore a raggiungere il successo, compie un ulteriore passo in direzione del contenimento dei costi, annunciando che a breve ridurrà il numero delle hostess a bordo dei suoi aeroplani.

Distributori automatici in volo
La riduzione del costo dei biglietti aerei è passata prima per l'eliminazione dei tagliandi cartacei, quindi per il contenimento dei servizi offerti in volo; adesso, in nome del risparmio, i viaggiatori dovranno rassegnarsi a non vedere più le hostess passeggiare tra i sedili dell'aeroplano. Da giugno, come comunicato dalla Ryanair, sui 225 velivoli della compagnia irlandese spariranno i carrelli spinti dagli assistenti di volo, sostituiti da distributori automatici di bevande calde e fredde, panini, snack, gelati ma anche di preservativi e ''sigarette senza fumo''. Secondo la Ryanair, con questa iniziativa si ridurrà in maniera considerevole il personale di bordo (che passerà da quattro a due e si limiterà alle dimostrazioni di sicurezza e al controllo delle cinture di sicurezza dei passeggeri), riflettendosi dunque in tariffe sempre più basse per i passeggeri.

Un successo ormai decennale
Sarà l'ennesima scommessa vinta dalla compagnia di Dublino? Guardando indietro, alla storia degli ultimi quindici anni, poche volte la Ryanair ha sbagliato mosse. Sul sito della Elfaa l'associazione formata da tutte le compagnie aeree a basso costo) si scopre che, con oltre 1000 voli giornalieri, il vettore irlandese, anche nel 2009, è stato il leader del settore di riferimento, facendo viaggiare 65,3 milioni di persone in un anno (al secondo posto della graduatoria si trova la britannica Easyjet, con 20 voli giornalieri in meno e 46,1 milioni di passeggeri trasportati).

  • shares
  • Mail