Disoccupazione: febbraio record in Europa

Purtroppo febbraio porta all'Europa un nuovo record di cui si sarebbe potuto fare a meno, quello del tasso di disoccupazione. In linea con le attese e con il trend fatto registrare negli ultimi mesi, il tasso di disoccupazione nella zona Euro è risultato pari al 10% (in gennaio era stato del 9,9% e nel febbraio 2009 dell'8,8%). Allargando la visuale sui 27 paesi dell'Unione europea, il tasso di disoccupazione si attesta al 9,6%, contro il 9,5% di gennaio e l'8,3% di febbraio 2009.

Record storico
Rilasciando questi dati, l'Eurostat conferma che si tratta delle peggiori statistiche in tema a partire dall'agosto 1998, nonché del massimo storico per l'Europa a 27 a partire da quando l'indice ha iniziato a essere rilevato nel gennaio 2000. In Italia, invece, le cose vanno leggermente meglio, senza che si possa troppo sorridere: il tasso di disoccupazione è pari all'8,5%.

Più e meno colpiti
Particolarmente colpiti sono i giovani. Tra chi ha meno di 25 anni il tasso di disoccupazione è del 20% nella zona Euro e del 20,6% nell'Ue a 27 Paesi, mentre un anno fa era pari al18,4% in entrambe le zone. Fra gli Stati membri, secondo i dati Eurostat, i tassi di disoccupazione più bassi sono stati registrati in Olanda (4%) e in Austria (5% ) e i più alti in Lettonia (21,7%) e Spagna (19%). Negli Stati Uniti la situazione non è molto più florida (il tasso di disoccupazione è del 9,7%).

Numeri reali
Dando corpo alle statistiche, si può dire che i numeri certificati dall'Eurostat parlano di oltre 23 milioni di uomini e donne disoccupati in febbraio nei 27 paesi dell'Unione europea, di cui 15,7 milioni nell'Eurozona. Rispetto a gennaio, dunque, sarebbero, 131mila in più nell'Ue e 61mila in più nella zona Euro.

  • shares
  • Mail