Vacanze nella casa in affitto: come evitare i bidoni

L'estate si avvicina e sempre più italiani scelgono per le proprie ferie l'affitto di una casa, mentre internet è diventato uno dei canali privilegiati per trovare annunci a poco prezzo. Sia che si cerchi casa via internet o ci si affidi ad un intermediario o lo si faccia da privato è bene tenere a mente delle regole ben precise per non trovare brutte sorprese.

Il contratto di locazione turistica
Per prima cosa parliamo del contratto di locazione turistica: solitamente i contratti per le case di vacanza non vanno registrati, poiché la legge impone la registrazione solo per gli affitti che superano 30 giorni. Quindi per gli affitti dalla durata breve, è valido anche l'accoro verbale. In ogni caso, però, se si desidera esser sicuri esiste la lettera per il Contratto di locazione turistica così da mettersi al riparo da sorprese inaspettate. Nel contratto vanno specificati i dati del proprietario e del cliente, le caratteristiche della casa, la durata della locazione, l'importo del canone , le spese escluse e quelle incluse, i tempi di riconsegna delle chiavi.

Come si paga
I tempi di pagamento sono liberi, nel senso che sono decisi dal proprietario e dal cliente. La cosa importante però è che è bene non pagare mai l'intero canone prima di avere le chiavi in mano ed è importante farsi dare una ricevuta di pagamento per ogni somma versata quindi sia per la caparra che per il saldo.

Trovare informazioni sull'appartamento
È buona regola informarsi il più possibile sull'apparteranno o casa che si andrà ad abitare. Quindi: chiedere in maniera dettagliata cosa comprende il prezzo dell'affitto (biancheria, pulizie finali, spese condominiali, acqua, luce, gas?), chiedere quanto è grande l'appartamento, dov'è collocato, dove affaccia, quanto dista dal mare dalle piste?farsi mandare delle fotografie è molto utile e non accontentarsi solo delle foto che vengono proposte in internet?

Occhio attento
Una volta entrati in appartamento è bene guardarsi intorno e verificare se la casa sia in buone condizioni o meno. In caso di guasti, di vetri rotti, di malfunzionamenti è giusto segnalare il problema al proprietario e chiedere che vi ponga rimedio o in cambio concordare una riduzione dell'affitto. E' molto importante chiedere al proprietario di segnare sul contratto tutti gli eventuali difetti dell'appartamento, così che alla fine del soggiorno il proprietario non tenti di chiedere il risarcimento di danno che erano già presenti.

  • shares
  • Mail