Sul mercato immobiliare vince la novità

Una casa completamente nuova, spesso ancora su carta: la preferenza degli italiani in fatto di acquisti immobiliari sembra essere chiara e definita. Ad attestare la predilezione italica per il "nuovo di cantiere" è una ricerca condotta dal Gruppo Immobiliare.it sulla base di dati raccolti attraverso il sito NuoveCostruzioni.it.

La casa è meglio se fresca di cantiere
Secondo la recente indagine, nel corso dell'anno scorso la richiesta per alloggi di nuova costruzione si è impennata del 18%. A indirizzare gli italiani verso gli immobili nuovi fiammanti sarebbero stati vari motivi: la maggiore facilità di ottenere mutui (in caso di acquisto di immobili nuovi le banche sono disposte a finanziare fino al 61% dell'esborso, mentre per gli usati arrivano a un massimo del 53%), la migliore efficienza energetica dei nuovi immobili, nonché una più ampia disponibilità dei costruttori a concedere più vantaggiosi.

Andamento regionale
Accorpando i dati secondo l'area geografica, si nota che la più alta percentuale di richieste di nuovi immobili è localizzata nel Nord Est (dove le domande sono cresciute del 17%). La città campione d'Italia del settore è Torino (+21%), seguita da Milano e Verona (+19% per entrambe) e quindi Padova (+17%). Il fascino dell'usato, invece, è particolarmente elevato a Napoli, dove la richiesta di immobili nuovi è aumentata solo del 5%.

Gli acquirenti tipici
Ad acquistare immobili freschi di cantiere è soprattutto chi cerca una prima casa: sulle transazioni condotte in porto, infatti, ben il 44% ha questa finalità (nel 33% dei casi, invece, il nuovo immobile va a sostituire la prima casa). 18 volte su cento, invece, le case di nuova costruzione vengono comprate a fini di investimento.

  • shares
  • Mail