Il sorriso non ha prezzo

Se i costi del dentista lasciano a bocca aperta è inutile farsi il dente avvelenato! Basta adottare qualche piccolo escamotage per “raffreddare” le parcelle bollenti.
Se le poltrone dei nostri dentisti scottano non è certo colpa dei costi applicati alle prestazioni professionali quanto invece, sostiene un’indagine dell’Agenzia delle Entrate, i costi delle attrezzature.
Al secondo posto in Europa per tariffari i dentisti italiani guadagnano sulle singole prestazioni sui 30-40 euro considerati i 60-70 di esborso per le attrezzature.
Di tutt’altro avviso invece gli esperti dell’Institute for Medical technology assessment dell’Università Erasmus di Rotterdam e della University of Technology di Berlino, che sostengono in una ricerca europea di settore, che le eccessive tariffe odontoiatriche nel nostro paese sarebbero determinate dal prezzo associato alla manodopera degli specialisti.

Che si tratti di spese elevate per i macchinari o di poca flessibilità dei tariffari, le famiglie possono contenere la spesa odontoiatrica ricorrendo ad alcuni accorgimenti.

Le iniziative
Numerose iniziative sono infatti fiorite in campo sanitario negli ultimi anni per offrire una valida alternativa alle dispendiose parcelle degli studi privati.

Programma Boccasana
Nato dall’esigenza di risparmio e dall’iniziativa dell’ANSOC, l’Associazione Nazionale che rappresenta i dentisti che operano nei propri studi, in convenzione con le Regioni o con altri Enti privati, il programma Boccasana ha promosso la realizzazione di una rete integrata di studi odontoiatrici distribuita sul territorio nazionale, con l’intento di erogare prestazioni di qualità a prezzi contenuti.
Nel tariffario del Programma sono compresi tutti i tipi di terapie, le protesi fisse o mobili, gli apparecchi ortodontici per correggere le malocclusioni dentarie e gli interventi di implantologia.
Sebbene le tariffe varino a livello regionale i risparmi consentiti dal servizio si aggirano intorno al 50% delle spese.
Per poter usufruire del servizio il cittadino dovrà semplicemente chiamare il numero unico 199.199.059 o collegarsi al sito www.programmaboccasana.it, in cui dovrà indicare la sua provincia di residenza per poter ricevere il recapito degli studi professionali più vicini a casa, ai quali si potrà poi rivolgere per sottoporsi, senza spesa alcuna, a una visita specialistica e ricevere un preventivo secondo le tariffe del Programma Boccasana.
Se sarà soddisfatto del piano di trattamento proposto e del relativo costo, potrà aderire al servizio effettuando l’iscrizione annuale che comporta una spesa di 180 euro ed accedere quindi alle cure a tariffe agevolate nello studio prescelto.
Il costo per persona dell’abbonamento può essere diminuito attraverso i Piani Famiglia che prevedono una spesa procapite inferiore per coniugi e figli, o attraverso piani tariffari dedicati alle Aziende ed Associazioni.

Amici del sorriso
Nata nel milanese l’iniziativa segue la logica delle catene di franchising, per contenere i costi tramite economie di scala. Il progetto avrebbe già generato sul territorio una rete di studi affiliati rivolti ai clienti in possesso della Carta del Sorriso, di durata annuale e dal costo di 90 euro (80 per gli 'over 60'). La Card comprende una visita di controllo, una radiografia e una pulizia dei denti, oltre all'accesso a un listino con cure e interventi dai costi calmierati. Più aumenta il numero delle persone, più il prezzo della Carta del Sorriso diminuisce (150 euro per due, 190 per tre, 220 per quattro).

  • shares
  • Mail