Affitti in diminuzione

Uno studio di Tecnocasa ha messo in luce come i valori dei canoni di locazione in Italia abbiano subito una diminuzione: -0,4% per i bilocali e -0,3% per i trilocali.

Nelle città
La tendenza è stata la stessa nelle grandi città. Infatti in tutte le metropoli si registrano leggeri ritocchi verso il basso dei canoni di locazione, a eccezione di Palermo (+1,5% per i bilocali e +1,3% per trilocali) e Genova (+1,3% per i bilocali e i trilocali).

La domanda
Anche in questa seconda parte dell'anno si conferma un aumento della domanda di immobili in affitto. A richiedere la locazione sono soprattutto le famiglie più povere che non possono permettersi l'acquisto.

Chi cerca casa in affitto?
A cercare casa in affitto sono state prevalentemente persone molto giovani, di età compresa tra 18 e 44 anni. Quanto allo stato civile si segnala una notevole concentrazione delle richieste tra le categoria dei single, con un lieve aumento tra separati e divorziati.

Il 38% di chi cerca una casa in affitto è rappresentato da persone fuori sede che si trasferiscono per motivi di lavoro, il 10,2% da persone che si trasferiscono lontano dal paese di residenza per motivi di studio.

La qualità?
Secondo lo studio i potenziali locatari si dimostrano sempre più attenti alla qualità dell'immobile da affittare, prediligendo casa in buono stato di conservazione (con particolare attenzione alla manutenzione degli impianti), ben arredate (le tipologie arredate sono più richieste soprattutto da single e studenti, le famiglie preferiscono arredare da sé gli immobili), inserite in buoni contesti condominiali. Inoltre viene anche valutata la presenza di servizi nella zona. Anche sul mercato degli affitti dunque la qualità abitativa diventa premiante e permette di spuntare canoni di locazione più elevati rispetto alla media della zona. I ribassi dei canoni di frequente si giustificano con una bassa qualità dell'immobile affittato.

Quale contratto di locazione?
Il contratto di locazione a canone libero è quello più stipulato, ma quello a canone concordato è sempre più apprezzato.

Gli affitti più elevati si sono registrati a Roma e a Milano. Nella capitale infatti per un bilocale si spendono circa 850 euro al mese e 1.050 per un trilocale, mentre a Milano per un bilocale si spendono 750 euro e 1.050 per un trilocale).
In ogni caso va detto però che, come nella prima parte dell'anno, anche nella seconda parte del 2009, se il valore del canone di locazione è vicino all'importo di una rata di mutuo si preferisce comunque l'acquisto.

  • shares
  • Mail