Gli stipendi italiani sotto la media Ocse

Dura la vita da italiano! Secondo il rapporto annuale Taxing Wages stilato dall'Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), l'Italia è solo ventitreesima tra i Paesi aderenti all'organizzazione per quanto riguarda il livello dei salari medi.

Salari sotto la media
Nel Belpaese, il salario medio netto annuale è pari a 22.027 dollari, considerevolmente inferiore ai 26.359 dollari fatti registrare dalla media Ocse. Una statistica particolarmente scoraggiante, se si considera che nell'ambito dell'Europa a quindici il salario annuale netto medio è risultato pari a 28.454 dollari.

Tutto il peso del Fisco
A influire sulle buste paga italiana, ancora una volta, è soprattutto il Fisco, che si rivela assai più "ingombrante" di quanto non sia in tantissimi altri Paesi. Nel 2009, la pressione fiscale in Italia si è attestata intorno al 46,5%. A passarsela peggio degli italiani, nel club dell'Ocse, sono solamente i lavoratori di Belgio, Ungheria, Germania, Francia e Austria. Il peso del fisco è rimasto sostanzialmente stabile tra 2009 e 2008, facendo registrare un semplice decremento pari allo 0,03%.

Nel resto d'Europa
Non farà piacere agli italiani scoprire che godono di buste paga più pesanti anche gli abitanti di Paesi che, in linea generale, sono messi economicamente peggio dell'Italia, come Grecia, Irlanda e Spagna (dove i salari medi netti sono rispettivamente pari a 25.583, 31.897 e 25.339 dollari). Tra i Paesi Ocse, alle spalle dell'Italia si posizionano solo Portogallo, Repubblica Ceca, Turchia, Polonia, Repubblica Slovacca, Ungheria e Messico.

  • shares
  • Mail