Com'è salato il mare italiano

Come si sta sulle spiagge italiane? Non male, lo sappiamo tutti. La bellezza dei litorali del Belpaese è rinomata. Se si guarda a come le vacanze sotto l'ombrellone svuotano i portafogli dei bagnanti, poi, si dovrebbe concludere rapidamente che gli arenili italiani sono tra i migliori del bacino mediterraneo. Anche quest'anno, infatti, un'indagine svolta dal Codacons rivela che il mare italiano è discretamente più salato rispetto a quello di altri Paesi europei.

Ci sono un italiano, uno spagnolo e un greco...
Non si tratta di una delle solite barzellette che magnificano l'astuzia degli italiani, ma dell'indagine svolta da Codacons, con cui sono state messe a confronto le spese da sostenere per godersi una giornata al mare in Spagna, Italia, Grecia e Spagna. Nel bilancio del bagnante sono state fatte rientrare le seguenti spese: affitto per una giornata di lettino, sdraio e ombrellone e i consumi alimentari (due bottiglie d'acqua e due panini acquistati in spiaggia).

L'Italia è discretamente cara
Secondo le stime dell'associazione di consumatori, in Italia due persone per una giornata al mare (acquistando i beni e i servizi citati) spendono mediamente 37 euro totali (con un aumento del 5,7% rispetto all'anno scorso) in uno stabilimento di medio livello. Nel caso si decida di trattarsi bene, però, e si scelga uno stabilimento balneare particolarmente esclusivo, le spese per bagnarsi nelle acque italiane salgono a 50 euro giornalieri in media.

Croazia, Spagna e Turchia meno pretenziose
Meno costose si rivelano altrove. In questi tre Paesi, per acquistare i medesimi servizi, un coppia spende in media rispettivamente 20 euro in Croazia, 23 euro in Grecia e 25 in Spagna (tanto quanto in Turchia).

Al top Francia e Germania
Una giornata da bagnanti costa più che in Italia solo in Francia e Germania. I nostri cugini transalpini per una sdraio, un ombrellone e i consumi alimentari devono pagare 40 euro a coppia; in Germania, invece, sono necessari 38 euro. Differenze di prezzo significative con l'Italia, ma giustificate da più elevati standard medi dei servizi e buste paga più sostanziose.

  • shares
  • Mail