Bond argentini: e vai col Tango!!!

Tango bond: novità importante per i risparmiatori che sono ancora in possesso di obbligazioni dello Stato argentino...

Dal 27 marzo infatti potranno rivolgersi alla propria banca per perfezionare la partecipazione al ricorso promosso dalla Task Force Argentina presieduta da Nicola Stock.
La TFA si rivolgerà all'Icsid (International centre for settlement of investment disputes),organismo arbitrale e conciliativo, istituito presso la Banca Mondiale, competente a risolvere le controversie in materia di investimenti tra investitori e stati sovrani aderenti, costituito da 154 stati tra cui l’Italia e l’Argentina.
A quest’arbitro, dunque, la Tfa si rivolgerà affinché lo Stato argentino ripaghi quanto dovuto ai risparmiatori italiani che detengono titoli in default e che avevano già dato delega a TFA per negoziare con gli emittenti argentini.
Il ricorso sarà portato avanti con l’esperta consulenza legale dello studio italiano Grimaldi e Associati e di quello statunitense White & Case. Insieme con la delega alla Tfa ciascun risparmiatore conferirà una “procura alle liti” alla White & Case.

PS: Sono oltre 200 mila gli italiani che, lo scorso anno, non hanno accettato l’offerta pubblica di scambio della Repubblica Argentina e che, quindi, detengono ancora titoli dello Stato Sudamericano. Il valore delle obbligazioni in questione è di circa 8 miliardi di dollari, esclusi gli interessi maturati e non pagati.

  • shares
  • Mail