Tutti i costi della casa

Casa dolce casa? La saggezza popolare, a giudicare da quanto sostiene la l'Istat, andrebbe rivisitata: la casa è salata, molto salata. Nella struttura di spesa degli italiani, infatti, l'abitazione è una delle voci in capitolo più rilevanti, calamitando circa un terzo dei consumi complessivi.

L'indagine Istat
Secondo le rilevazioni condotte dall'istituto di statistica nazionale, nel corso del 2009 le famiglie italiane hanno destinato mediamente il 33,5% del proprio reddito a spese riguardanti l'abitazione. Il peso della casa sul bilancio familiare, dunque, risulta in crescita rispetto al 32,1% del 2008.

Spese per chi è in affitto, ma anche per i proprietari

Le spese per l'abitazione sono elevate non solo per chi vive in affitto, ma anche per chi ha coronato il proprio sogno diventando proprietario di casa. L'Istat certifica che il 74% delle famiglie interpellate vive in casa di proprietà. Di questa parte di campione, il 15,9% paga un mutuo, che molto spesso – pur non essendo considerabile come spesa per consumi, ma come investimento – si rivela un'uscita consistente. Circa 2 milioni e 902mila famiglie italiane, infatti, sostengono una spesa media per il mutuo pari a 510 euro mensili (nel 2008 erano 465 euro).

Più bassa – e stabile rispetto al 2008 – la percentuale di famiglie che occupano un'abitazione in affitto: il 17,1% del totale. Nella ricerca sui consumi delle famiglie italiane, tuttavia, tale stabilità viene descritta come l'effetto di un andamenti contrapposti a livello territoriale: "Nel Nord la quota continua a scendere (dal 18,0% al 16,9%), mentre aumenta nel Centro e nel Mezzogiorno (dal 14,3% al 16,0% re dal 17,6% al 18,2% rispettivamente". In termini assoluti, la spesa media per il canone d'affitto nel 2009 è pari a 372 euro, variando tra il 447 euro delle regioni del Centro e i 295 euro del Mezzogiorno.

  • shares
  • Mail