Un paracadute contro la crisi

Verrà prorogata il Piano Famiglie, l'iniziativa che vede la sospensione delle rate del mutuo per 12 mesi e sottoscritto da ABI e associazioni di consumatori come risposta alla crisi che ha colpito migliaia di italiani.

A chiedere la proroga al nuovo presidente dell'ABI, Associazione Bancaria Italiana, Giuseppe Mussari, è l'Adiconsum, l'associazione a difesa dei consumatori, nell'ambito di un percorso che dia ulteriore continuità ed ulteriore sviluppo nelle relazioni e nei rapporti tra il sistema bancario e le Associazioni dei Consumatori. La proposta lanciata da Adiconsum all'Abi è la risposta ad una situazione di perdurante crisi in cui si ritrovano le famiglie italiane: le società finanziarie, ricorda l'Associazione, evidenziano un calo del credito al consumo legato sia alla recessione sia all'indebitamento crescente delle famiglie. E aumentano le famiglie che hanno chiesto la sospensione della rata del mutui.

Va ricordato che le domande per aderire alla moratoria potranno essere presentate fino al 31 gennaio 2011, purché' la causa delle difficoltà' finanziarie sia un evento accaduto tra il gennaio 2009 e il 31 dicembre 2010. L'accordo sulla sospensione delle rate di rimborso dei mutui prevede la sospensione per almeno 12 mesi, anche nei confronti dei clienti con ritardi nei pagamenti fino a 180 giorni consecutivi, e riguarda mutui di importo fino a 150.000 euro accesi per l'acquisto, costruzione o ristrutturazione dell'abitazione principale per clienti con un reddito imponibile fino a 40.000 euro annui.

Il piano dell'Abi fissa, comunque, la misura minima alla quale le banche possono aderire: 172 istituti (64% del mercato) hanno infatti offerto ai loro clienti condizioni migliori.

Infine, Mussari, Adiconsum ha chiesto al presidente dell'Abi Giuseppe Mussari, che il Piano Famiglie sia prorogato oltre il 31 dicembre e che questo diritto (la possibilità di sospendere le rate in caso di difficoltà finanziarie oggettive) venga riconosciuto anche per le rate del credito al consumo.

  • shares
  • Mail