I furbetti non navigano in acque tranquille

A volte la furbizia va a picco! A mandare a fondo la voglia di "esagerare" di tanti furbetti sono gli investigatori dell'Agenzia delle Entrate, impegnati a setacciare i litorali italiani per svelare il trucco che si nasconde dietro le finte società di charter nautico.

Un'astuzia di tutta Italia
Fino a questo momento, nella rete delle indagini sono caduti evasori di ogni parte del Paese. Dalla Liguria alla Campana, dalla Toscana al Friuli Venezia Giulia gli uomini del Fisco hanno rintracciato finte compagnie di "Noleggio di mezzi di trasporto marittimo e fluviale" che non coprivano altro che il mero uso personale dell'imbarcazione da parte del diretto titolare. Si tratta, in molti casi, di natanti lunghi oltre i 20 metri dal valore stimato di più di un milione di euro.

Chi sono gli evasori
Generalmente, le finte società di charter sono società unipersonali (o con pochi soci appartenenti allo stesso nucleo familiare), con capitale sociale al minimo (10mila euro) e proprietarie di un'unica barca in leasing. La loro reale attività non è indirizzata al mercato, ma al semplice godimento del bene da parte dei diretti titolari. Per passare tra le maglie della rete fiscale, le compagnie di charter truffaldine noleggiano la barca esclusivamente ai soci o ad altre società con la medesima compagine sociale.

I vantaggi di navigare
Quali sono i vantaggi cui conduce quest'opera di elusione fiscale? Dichiarando di svolgere attività di noleggio, innanzitutto, si separa il proprio patrimonio personale da quello della società, godendo – tra le altre facilitazioni – del beneficio della responsabilità limitata, del mancato esborso dell'Iva su costi di acquisizione dell'imbarcazione in leasing. Inoltre, con questa modalità, si riesce a svicolare dall'applicazione delle accise sul gasolio (il 50% del prezzo del carburante), ottenenendo un ulteriore risparmio in termini di Iva. Infine, la costituzione di una falsa società porta alla possibilità di detrazione dell'Iva e delle spese sostenute per mantenere la barca e il suo equipaggio.

  • shares
  • Mail