Consigli preziosi per i guidatori in terra straniera

L’Adico, l’Associazione dei consumatori, ha pubblicato dei consigli utili per chi, in terra straniera, commette o resta vittima di un sinistro stradale.

Nel caso di danni subiti in uno dei Paesi del sistema Carta Verde a causa di un veicolo immatricolato e assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo va subito detto che la direttiva vigente (Decreto legislativo n° 209 del 7 settembre 2005 – Codice delle Assicurazioni – artt.151 – 155 per il risarcimento del danno derivante da sinistri avvenuti all’estero e Centro Informazioni, artt.296 – 301 per la liquidazione dei danni a cura dell’organismo di indennizzo italiano), impone alle imprese assicuratrici di nominare un mandatario in ogni Stato dello Spazio Economico Europeo diverso da quello in cui hanno la propria sede legale. Cosi, grazie a questa disposizione, i residenti in Italia che siano rimasti vittima di un incidente per chiedere il risarcimento dei danni potranno rivolgersi direttamente al rappresentante nominato in Italia dall’impresa con la quale e’ assicurato il veicolo che ha causato il sinistro
In particolare, per individuare l’assicuratore estero del veicolo che ha provocato l’incidente e il mandatario per la liquidazione dei sinistri nominato in Italia da tale assicuratore, occorre scrivere all’Isvap – Centro di Informazioni – Via del Quirinale 21- 00187 ROMA inviando un fax al numero 0642133730 oppure un messaggio e-mail all’indirizzo centroinformazioni@isvap.it. Vanno sempre indicati tutti gli elementi che permettono di risalire ai soggetti interessati, come ad esempio data e luogo di accadimento del sinistro ed estremi dei veicoli coinvolti (targa del veicolo responsabile del sinistro, nazionalita’, impresa di assicurazione del veicolo responsabile del sinistro, se nota).
L’assicuratore estero o il mandatario avranno poi tre mesi per rispondere alla richiesta di risarcimento. In caso contrario non forniscano una risposta motivata, il danneggiato puo’ chiedere l’intervento della CONSAP S.p.A. – Gestione F.G.V.S. – Organismo di indennizzo italiano.

- Se, invece, si e’ rimasti vittima di un incidente stradale provocato in Italia da un veicolo immatricolato all’estero, per richiedere il risarcimento dei danni subiti occorre inviare una lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’Ufficio Centrale Italiano (UCI) – Corso Sempione, 39 – 20145 MILANO. Per ulteriori informazioni e’ anche possibile consultare il sito www.ucimi.it

- Se durante un viaggio all’estero in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde (Albania; Andorra; Austria; Belgio; Bielorussia; Bosnia Erzegovina; Bulgaria; Repubblica Ceca; Cipro; Croazia; Danimarca; Estonia; Finlandia; Francia; F.Y.R.O.M. (ex Repubblica Jugoslava della Macedonia); Germania; Grecia; Iran; Irlanda; Islanda; Israele; Italia; Lituania; Lettonia; Lussemburgo; Malta; Marocco; Moldavia; Norvegia; Paesi Bassi; Polonia; Portogallo; Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord; Romania; Serbia e Montenegro; Rep. Slovacca; Slovenia; Spagna; Svezia; Svizzera; Tunisia; Turchia; Ucraina; Ungheria) si e’ rimasti vittima di un incidente stradale provocato da un veicolo immatricolato e assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo (Paesi membri dell’Unione Europea + Norvegia, Islanda, Liechtenstein) per chiedere il risarcimento dei danni subiti ci si può rivolgere al rappresentante nominato in Italia dall’impresa di assicurazione del responsabile del sinistro.
Per conoscere nome e indirizzo di tale rappresentante, occorre inviare un’apposita richiesta al Centro Informazioni Isvap, allindirizzo ISVAP – Centro di Informazione Italiano – Via del Quirinale, 21 – 00187 Roma – fax 06. 42133730 – centroinformazioni@isvap.it. Ed anche in questo caso bisogna indicare in modo chiaro tutti gli elementi utili a risalire ai soggetti interessati.

- Se invece l’incidente e’ provocato all’estero da un veicolo non immatricolato in uno dei Paesi dello Spazio Economico Europeo, l’applicazione della procedura sopra indicata non e’ possibile.
Quindi, se l’incidente e’ accaduto in uno dei Paesi aderenti al sistema della Carta Verde, la richiesta di risarcimento potrà essere indirizzata all’impresa di assicurazione del responsabile del sinistro oppure al Bureau nazionale dello Stato di accadimento del sinistro se il veicolo che ha provocato il danno e’ immatricolato in uno Stato diverso rispetto a quello dell’accadimento (gli indirizzi dei vari Bureaux sono indicati nel sito web dell’UCI).

  • shares
  • Mail