Tessere sanitarie: in arrivo quelle nuove

Entrata in vigore nel 2004 a sostituzione del vecchio codice fiscale, molte tessere sanitari stanno per scadere (dura infatti sei anni dalla data di emissione) e per essere rimpiazzate da altre nuove.

La tessera sanitaria
La tessera sanitaria è una carta elettronica multiuso contenente i principali dati sanitari dei pazienti ma anche i codici per l'accesso ad altri servizi on-line. Una carta che consente di pagare il ticket, di prenotare a distanza le prestazioni sanitarie, di tracciare le prestazioni erogate dai centri sanitari pubblici e privati ai fini del monitoraggio e controllo, ma anche di funzionare da interfaccia con i diversi servizi della Pubblica amministrazione, dalla visualizzazione dei propri dati fiscali fino alla verifica delle pratiche edilizie. Inoltre grazie, allo “scontrino fiscale parlante” la tessera serve al farmacista per certificare che l’acquisto di alcune medicine è detraibile dall’Irpef.

Con la tessera possiamo si può viaggiare in tutti gli altri paesi dell’Unione Europea e ottenere gratuitamente prestazioni mediche urgenti e anche quelle necessarie. La spesa verrà addebitata al nostro servizio sanitario. La card, infatti, ha sostituito il vecchio modello E111.

Come comportarsi
Sono circa 16 milioni le tessere sanitarie che scadranno entro la fine dell’anno e che quindi dovranno essere sostituite. Gli utenti non devono fare altro che attendere. Infatti le nuove tessere saranno inviate direttamente a casa evitando così file e lunghe attese agli sportelli. Ad inviare le nuove tessere sarà l’Agenzia delle Entrate che per posta si incaricherà di fare pervenire le nuove schede in scadenza 2016.

Per molti italiani la tessera è in scadenza a settembre 2010, mentre per una quota significativa sarà novembre. Coloro che hanno la scadenza nel mese di settembre riceveranno in questi giorni le nuove schede direttamente a casa.

Ovviamente però possono esserci degli imprevisti, come ad esempio il mancato recapito della tessera. Cosa fare in questi casi? Se la tessera fosse già scaduta e non si ha ancora ricevuto la nuova tessera è bene rivolgersi ad alla propria Asl, che rilascerà un certificato sostitutivo provvisorio. Se la tessera continua a non arrivare, meglio rivolgersi a un ufficio dell’Agenzia delle Entrate per chiedere un duplicato. Sempre presso questo ufficio si potrà chiedere la correzione dei dati se sulla nuova tessera dovessero esserci degli errori.

  • shares
  • Mail