Pneumatici da neve tra vero e falso

Il generale inverno è alle porte. Chi è attento ai dettagli sa che anche l’automobile va opportunamente preparata per la cattiva stagione. Se il rischio è quello di dover percorrere strade ghiacciate e innevate, i più prudenti potrebbero prendere in considerazione l’opportunità di sostituire gli pneumatici normali con quelli da neve. Sul tema, in questi giorni, si è acceso un vivace dibattito, alimentato dalle polemiche scatenate dall’obbligo dell’utilizzo di gomme invernali in certe province del Nord (Milano) poi prontamente revocato. Vale la pena montare gli pneumatici da neve o meno? Proviamo a capire.

Quel che si dice delle gomme da neve
Sul conto delle gomme invernali se ne dicono tante, non tutte vere. Con l’aiuto di Motori.it cercheremo di fare chiarezza intorno ad alcuni falsi miti, discutendo la guida sugli pneumatici da neve rilasciata da Goodyear in occasione della presentazione del suo ultimo prodotto. In dieci punti, l’azienda produttrice di pneumatici sfata altrettante leggende metropolitane intorno alle gomme da neve.


  1. Gli pneumatici invernali costano più di quelli estivi
    Non è propriamente vero. Nonostante quel che si dice, la differenza di prezzo tra gomme invernali e gomme estive non è troppo netta ed è comunque giustificata da alcuni dettagli. Per esempio, siccome gli pneumatici estivi subiscono una maggiore usura alla basse temperature (lo stesso accade a quelli invernali se usati in caso di alte temperature), una loro sostituzione tempestiva, operata quando la temperatura esterna scende a circa 7 gradi centigradi, può significare un considerevole risparmio nel consumo di gomma durante i mesi invernali (ciò è valido soprattutto per chi percorre molte chilometri).
  2. Se le strade non sono innevate gli pneumatici invernali non servono
    Vero a metà. Gli pneumatici invernali non sono utili esclusivamente in presenza di neve sul fondo stradale, ma anche quando l’asfalto è particolarmente freddo: la mescola più morbida che compone questo tipo di gomme garantisce una maggiore aderenza (riducendo dunque gli spazi di frenata) anche su fondi viscidi e umidi.
  3. Gli pneumatici invernali non sono "belli da vedere" come quelli estivi
    Forse era vero un tempo, ma negli ultimi anni le gomme invernali hanno iniziato a essere realizzate seguendo princìpi di design. Allo stesso tempo, oggi sono disponibili appositi cerchi in alluminio per la loro installazione al posto dei vecchi cerchi d'acciaio con copertura in plastica.
  4. Con le gomme invernali il comfort va a quel paese
    I moderni pneumatici da neve garantiscono il mantenimento del comfort sia dal punto di vista acustico sia da quello dinamico, a prescindere dalla superficie su cui si guida.
  5. Le prestazioni degli invernali non dipendono dalla profondità del battistrada
    Falso. Come per le gomme tradizionali, anche in caso di pneumatici invernali a una maggiore profondità del battistrada corrisponde un miglior rendimento della gomma.
  6. Le gomme invernali penalizzano le prestazioni alle alte velocità
    Non più. Oggi sono disponibili pneumatici invernali che consentono di viaggiare ben al di sopra dei limiti consentiti e di conservare – nonostante l’alta velocità – un buon controllo del mezzo.
  7. Con il SUV sono inutili le gomme invernali
    Falso, anzi... falsissimo. Nonostante un SUV o un veicolo a trazione integrale siano in grado di uscire brillantemente da situazioni difficili per automobili a baricentro basso, quando si tratta di viaggiare su un fondo stradale ghiacciato o innevato anche le automobili a trazione integrale si rivela poco efficaci se non possono fare affidamento su un adeguato grip (garantito dalle gomme invernali).
  8. Non importa come e in quale ordine montare gli pneumatici invernali
    Sbagliato. Come è vero per le gomme estive, anche quelle invernali devono essere tutte dello stesso tipo e disegno. Bisogna avere cura di installare questo tipo di coperture su entrambi gli assi, evitando così di ritrovarsi con due pneumatici invernali in un asse e con due estivi nell'altro. Consigliabile inoltre, oltre alla rotazione periodica, l'impiego di gomme con battistrada più profondo sempre all'asse posteriore, a prescindere dal tipo di trazione della vettura.
  9. Le gomme invernali aumentano il consumo di carburante
    Può essere vero. Tuttavia, va segnalato che gli pneumatici invernali oppongono una resistenza al rotolamento paragonabile a quella degli pneumatici estivi. La differenza nei consumi con i due diversi tipi di gomme, dunque, è sostanzialmente trascurabile (o addirittura nulla).

  10. Le gomme estive di nuova generazione vanno bene anche d'inverno
    È vero che gli pneumatici definiti "estivi" di nuova generazione hanno raggiunto discreti livelli di tenuta anche su strade "difficili", ma le loro prestazioni non possono essere paragonate a quelle di gomme specifiche per la stagione fredda. La migliore resa di quest’ultimo tipo di coperture è motivata dalla diversa composizione della mescola, dalla presenza di lamelle e dal disegno specifico del battistrada.

  • shares
  • Mail