Detrazioni 55%: ecobonus al capolinea!

Ecobonus

Inevitabile cronaca di una morte annunciata. Che stesse per finire era nell’aria ormai da un paio d’anni, tra “provvidenziali” dimenticanze in Finanziaria poi corrette in extremis e dichiarati buchi di bilancio, la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica sembrerebbe arrivata al capolinea! Inutile dire che l’argomento è diventato uno dei tanti pretestuosi fronti di battaglia tra maggioranza e opposizione, ma d'altronde si sa, le alchimie tremontiane non possono fare miracoli. Dopo essere stato cancellato dalla legge di stabilità per ragioni di budget, il bonus potrebbe essere riammesso nel decreto “milleproroghe”, parola di Pd, e, nel frattempo, non ci resta che aspettare. Polemici anche Confindustria e sindacati secondo cui l’abrogazione del provvedimento contrasterebbe con gli impegni presi in sede europea sul miglioramento degli standard energetici.

Ultima chiamata per il 2010
A quanti abbiano intenzione di usufruire della detrazione l’Enea ricorda di presentare la dichiarazione di fine lavori e i relativi pagamenti entro il 31 dicembre di quest’anno

La richiesta di detrazione, come al solito, deve essere trasmessa entro 90 giorni dal termine dei lavori, anche se questi proseguono oltre la fine dell’anno. In questo caso, pero’, le tutte le eventuali spese sostenute il prossimo anno non possono essere ritenute detraibili, anche se necessarie per concludere l’intervento. In altre parole, i lavori possono anche continuare nel 2011, ma la detrazione non si puo’ avere per spese diverse da quelle del 2010.
Mentre, il mancato termine dei lavori nel 2010 va comunicato per via telematica all’Agenzia delle entrate entro il 31 marzo 2011. Ma nella comunicazione dovra’ essere specificato quanto pagato nel 2010.

  • shares
  • Mail