In vacanza senza soldi: la Settimana del baratto

Dopo il grande successo dell’anno scorso, anche il 2010 ha la sua Settimana del baratto. È iniziata ieri e proseguirà fino al 21 novembre, offrendo a tutti gli italiani la possibilità di fare una vacanza a basso prezzo negli oltre 1500 Bed & Breakfast che aderiscono all’iniziativa.

La Settimana del baratto
In cosa consiste l’iniziativa? In poche parole, chi vuole viaggiare a basso costo fino al 21 novembre potrà alloggiare in una delle strutture che hanno dato la propria adesione e non pagare in contanti, ma scambiando il pernottamento con beni o servizi.

Oltre che come un antidoto contro la crisi, la Settimana del baratto si pone come obiettivo quello di dare nuovo spazio al lato umano del turismo, favorendo la nascita e il rafforzamento di di esperienze e di amicizie che partono dalla condivisione della propria casa.

Il progetto – a cui partecipano i B&B iscitti al sito www.bed-and-breakfast.it – è presentato con ricchezza di particolari sul sito internet www.settimanadelbaratto.it, dove vengono elencate una per una le richieste delle strutture turistiche in cambio dell’offerta di ospitalità.

Di richiesta in richiesta
Cosa richiedono i proprietari dei B&B in cambio del posto letto? La merce di scambio più preziosa è sicuramente la capacità di svolgere lavori manuali, utile per portare a termine piccole opere di manutenzione sulla struttura. Al secondo posto tra le richieste, si piazzano i servizi di consulenza informatica, come la creazione di siti, le traduzioni in altre lingue o i sistemi di indicizzazione. Assai richieste pure le lezioni di lingua: inglese e francese sono quelle più gettonate.

  • shares
  • Mail