Finanziaria lacrime e sangue

FinanziariaLe tasche si svuotano ma le piazze si riempiono, ed è subito crisi. Nonostante le alchimie di Mastro Tremonti la finanziaria 2011 è una manovra che piace a pochi: protestano le imprese, i sindacati, le scuole e persino i teatri. L’Italia batte i piedi ma intanto la la Camera approva il ddl stabilità. Una manovra da 5,7 miliardi di euro che dovrebbe consentire un risparmio pubblico di almeno 1,43 miliardi nel 2011 se venisse approvata anche in Senato. Le buone notizia riguardano la proroga dell’ecobonus del 55%, l’aumento dei fondi all’università, il credito di imposta per le imprese che affidino la ricerca alle università e il sostegno ai malati di Sla. La coperta si accorcia invece sul 5 per mille (che riceve un quarto dei fondi rispetto all’anno scorso).

Istruzione:
aumentati i finanziamenti a università (25 milioni per le private) e scuole paritarie (245 milioni).
Borse di studio: 100 milioni per la concessione di prestiti d’onore e borse di studio

Lavoro:
Ammortizzatori: prorogati a tutto il 2011 gli ammortizzatori varati lo scorso anno e incentivi alle aziende che assumo lavoratori destinatari degli ammortizzatori o licenziati per via della crisi.
Detassazione straordinari: detassata al 10% la parte del salario legata alla maggiore produttività.
Proroga al 2011 del finanziamento per le attività di formazione nell’esercizio di apprendistato.
Credito d’imposta per la ricerca: Arriva un credito d’imposta, nel limite di spesa di 100 milioni, in favore di imprese che affidano attività di ricerca e sviluppo a università o enti pubblici di ricerca. Esso spetta per investimenti realizzati dal 1° gennaio 2011, fino al 31 dicembre 2011.

Casa:
proroga dell’ecobonus (detrazione del 55% sugli interventi di riqualificazione energetica degli stabili) per tutto l’anno.
Proroga di un anno dell'esenzione dall'Iva per immobili invenduti. Imposte anticipate per chi acquista un immobile in leasing. Imposta sostitutiva relativa ai contratti in essere che dovrebbe portare maggior gettito per 173 milioni.

Sanità:
Proroga dell'esenzione del ticket sulle visite specialistiche per il 2011 ma solo per 5 mesi e per un ammontare di 347,5 milioni.

  • shares
  • Mail