I consigli di Federconsumatori per il risparmio energetico

La fonte di energia più promettente? Il risparmio energetico, no? Prima di pensare a un impianto fotovoltaico casalingo o a installare una pala eolica formato famiglia, il primo passo per spendere meno è risparmiare e soprattutto non sprecare.

Federconsumatori ha stilato un elenco di suggerimenti, piccole (buone) azioni quotidiane che possono farci risparmiare soldi, mentre risparmiamo il Pianeta. Per alcuni sono regole già acquisite, per altri possono essere l'occasione di cominciare a consumare con intelligenza.

Dalle lampadine giuste, all'abitudine di spegnere sempre gli elettrodomestici; dal posto giusto per il frigo ai trucchi per usare al meglio la lavatrice e per non fare una lavastoviglie di troppo. Ecco che cosa può fare ognuno di noi:


- Illuminazione
· Spesso è nostra abitudine, nel passare da una stanza ad un’altra, lasciare la luce accesa. Spegnetela!
· Sostituite le lampadine tradizionali (che ormai stanno andando in pensione) con quelle “ad alta efficienza”, costano un po’ di più, ma durano più a lungo e consentono un risparmio in bolletta, mediamente, di 42,33 Euro annui.

- Il frigorifero
· Il frigorifero va tenuto lontano da fonti di calore, va posizionato ad una giusta distanza dal muro e lo sbrinamento deve avvenire periodicamente.
· Acquistare sempre frigoriferi ad alta efficienza, almeno di classe A. Permette di risparmiare oltre 40 € l’anno rispetto ad un modello tradizionale (classe C).

- La lavatrice
· Un lavaggio alla temperatura di 90° C comporta un consumo energetico più del doppio di un lavaggio a 40° C. Con l’utilizzo dei nuovi detersivi non è più necessario che la temperatura superi i 60° C per ottenere un bucato ottimale.
· Facendo, in media, 5 lavaggi settimanali, possibilmente a pieno carico, con una lavatrice almeno di classe A, si risparmiano circa 40 € rispetto a una lavatrice di classe inferiore.

- La lavastoviglie
· Rimuovere dalle stoviglie i residui più grossi di cibo e pulire il filtro dopo ogni lavaggio.
· Utilizzare l’apparecchio preferibilmente a pieno carico.
· Eliminare l’asciugatura a fine lavaggio, poiché aprire lo sportello per far circolare l’aria è più che sufficiente per asciugare le stoviglie. Ciò consente un risparmio di circa il 45% di energia, riducendo la durata del ciclo di almeno 15 minuti.

- Stand-by
· Lo stato in stand-by comporta un consumo di energia elettrica, quindi è sempre meglio spegnere completamente gli apparecchi e gli elettrodomestici. Spegnendo la spia luminosa presente su numerosi elettrodomestici ed apparecchiature elettriche, come ad esempio la televisione, la lavastoviglie, l’hi-fi, il computer, il forno a microonde, il lettore dvd, ecc., si può ottenere un considerevole risparmio. Lo stand-by di tali apparecchi, infatti, può raggiungere un consumo pari al 15,7 % del consumo annuo in elettricità.

  • shares
  • Mail