Energia: dall'Autorità oltre 2 milioni di multa agli operatori

Acea Distribuzione, A2A Reti Elettriche, Enel Distribuzione, Gelsia Reti e Terna dovranno pagare 2,3 milioni di euro di multe. Lo ha deciso l'Autorità per l'energia elettrica e il gas, che ha inflitto queste sanzioni alle compagnie energetiche

per violazione di norme a tutela della corretta gestione e remunerazione dei servizi di trasmissione, misura e dispacciamento.

Iren Mercato e Flyenergia sono state invece punite per carente trasparenza delle bollette, che è ancora più grave dal punto di vista dei consumatori, e dovranno pagare rispettivamente 84 mila euro e di 19 mila euro. Si conclude così un filone di sette indagini in tema di violazione di norme riguardanti la trasparenza e comprensibilità delle bollette.

Nel triennio 2005-2007, secondo le conclusioni cui è arrivata l'Authority, le compagnie di distribuzione del'energia che sono state sanzionate non hanno rispettato una serie di regole, con conseguenze negative sul corretto funzionamento del sistema elettrico nazionale e sui venditori a livello economico, e

ripercussioni indirette anche sui clienti finali.

Il che è la cosa che ci interessa di più. Le sanzioni ammontano a 571 mila euro per Acea Distribuzione, 302 mila euro per A2A Reti Elettriche, 920 mila euro per Enel Distribuzione, 75 mila euro per Gelsia Reti e 420 mila euro per il gestore delle rete di trasmissione nazionale Terna.

Ma, a patto che questi soldi siano versati all'Autorità, una parte delle somme tornerà mai nelle tasche dei consumatori? Questa domanda, temo, rimarrà per un bel po' senza risposta. Sono stati invece chiusi i procedimenti avviati nei confronti di AEM Torino e di ASM Terni dal momento che le società hanno dimostrato di non aver violato le regole.

  • shares
  • Mail